Lenovo, la partnership tecnologica ufficiale con Aston Martin si estende alle workstation

La gloriosa casa automobilistica britannica standardizza il proprio parco workstation per una progettazione più rapida e per una maggiore efficienza

Tecnologie
Sono universalmente note tra le auto più belle del mondo. Le Aston Martin non hanno certo bisogno di lunghe presentazioni. Nella costante ricerca dell’eccellenza, l’azienda stava cercando di standardizzare il proprio portfolio di workstation dedicate ai diversi flussi di lavoro, dalla progettazione all'ingegneria e dalla produzione ai collaudi, e la scelta ha premiato Lenovo quale come partner ufficiale per le workstation

La partnership ufficiale con Aston Martin per le workstation, spiega una nota, è solo il più recente accordo in una relazione già esistente che va oltre l'automotive e si estende a discipline quali progettazione, design, visualizzazione e architettura.

Il team di progettazione di Aston Martin utilizza workstation Lenovo con GPU nVidia Quadro per accorpare il lato digitale e fisico di progettazione, modellazione, rendering e altro in modo da ispezionare, criticare, regolare e mettere in discussione le capacità del team durante il processo. Questo significa che i progetti possono combinare un elevato grado di dettaglio ed essere accuratamente convalidati in modo che ogni elemento dell’assemblaggio, della finitura e della superficie possa essere trasformato in prodotti reali pressoché perfetti.

Oggi, con il consolidarsi della pratica del lavoro da remoto, Aston Martin fa un passo oltre utilizzando le workstation mobili ThinkPad serie P, che consentono di aprire file di grandi dimensioni per continuare a creare senza ritardi. Ciò consente ai progettisti di dare vita alle loro idee in tempo reale. Utilizzando la potenza delle schede grafiche professionali nVidia Quadro in un formato mobile, le workstation di Lenovo offrono ad Aston Martin la possibilità di migliorare i propri flussi di lavoro di progettazione, ingegneria e visualizzazione senza restrizioni.

“Non si possono progettare o costruire automobili senza workstation", sottolinea Steve O’Connor, direttore IT di Aston Martin. "Il catalogo delle workstation di Lenovo ci consente di configurare le nostre macchine per i principali carichi di lavoro, compresi stile e design, CAD e ingegneria per soddisfare le esigenze specifiche di ciascun team. Utilizziamo molti software diversi di aziende come Adobe e Autodesk, e sostanzialmente copriamo tutte le categorie di applicazioni a cui si possa pensare. Lenovo Performance Tuner ci consente di effettuare con semplicità la manutenzione dei profili, cambiando e adattandoli alle applicazioni che progettisti e ingegneri stanno eseguendo".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori