Logo ImpresaCity.it

Atos archivia un 2018 di crescita e lancia un piano triennale di sviluppo

Annunciata anche la creazione di un'alleanza con Worldline, che prevede una strategia comune di go-to-market e la cooperazione in materia di R&D

Oltre 12 milioni di euro di fatturato, con una crescita di poco superiore all’1 per cento ma con un margine operativo sempre a due cifre, del 10,3 per cento. Atos archivia quindi un 2018 positivo e guarda ai prossimi anni lanciando un piano triennale di sviluppo, denominato Advance 2021.  

Le acquisizioni di Syntel, società attiva nel mercato dei servizi digitali, e Six Payment Services, che opera nel settore dei pagamenti elettronici, avvenute nel corso del 2018, si inseriscono nel piano, che punta a rafforzare Atos nel settore digitale, con obiettivi che parlano di una crescita organica dei ricavi tra il 3 e il 4 per cento nei prossimi tre anni, una redditività di circa il 13 per cento nel 2021 e un free cash flow intorno a 1,2-1,3 miliardi di euro

Nell’esaminare i risultati, è stata proposta agli azionisti di Atos la distribuzione del 23,4 per cento del capitale azionario di Worldline, società di cui attualmente è detenuto il 50,8 per cento. L'operazione, spiega una nota, è finalizzata a concentrare gli obiettivi dei due player nei rispettivi settori di competenza: Atos nel mercato della trasformazione digitale e Worldine nel settore dei pagamenti. La collaborazione industriale e commerciale tra i due gruppi rimarrà forte e saranno mantenute tutte le partnership esistenti attraverso la creazione della Atos-Worldline Alliance, che prevede una strategia comune di go-to-market e la cooperazione in materia di R&D, combinando l'innovazione nei servizi digitali e di pagamento

"Nel 2018 Atos ha rafforzato le sue competenze nei servizi digitali con l'acquisizione di Syntel e ha contribuito al posizionamento di Worldline nel settore dei pagamenti, acquisendo Six Payment Service. Con il nuovo piano triennale, Atos accresce il supporto ai propri clienti nelle sfide legate a digital disruption, sicurezza e gestione dei dati, al fine di creare nuove opportunità di business", ha dichiarato Thierry Breton, Presidente e CEO di Atos

"Le nuove strategie rafforzano la nostra capacità di offrire, in Italia e in Europa, soluzioni avanzate volte ad aumentare la produttività in ogni settore industriale. La maggiore centralità del cliente ci aiuta a cogliere le reali necessità e a sviluppare soluzioni sempre più competitive e innovative", ha sottolineato Giuseppe Di Franco, CEO Central Eastern Europe & Italy.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 05/02/2019

Speciali

Speciali

Check Point Experience 2019

Webinar

Non aprite quella mail… come e perché continuiamo, tutti, a cadere nella stessa trappola