Logo ImpresaCity.it

Atos sceglie Google Cloud per i suoi clienti

Google Cloud ora è la piattaforma preferenziale per Atos, che intende sviluppare soluzioni verticali basate sulle sue funzioni di machine learning, sicurezza e collaborazione

Autore: Redazione Impresacity

Crescono le alleanze strategiche per Google, che anche attraverso nuove partnership intende aumentare la diffusione di Google Cloud tra le imprese. A essere coinvolta stavolta è Atos, che con Google ha definito un accordo a livello globale per utilizzare proprio Google Cloud come piattaforma per sviluppare soluzioni di cloud ibrido, analytics e machine learning da destinare alle imprese sue clienti. Con l'accordo Google Cloud diventa la piattaforma cloud preferenziale di Atos.

Le funzioni che Google Cloud offre in ambito machine learning assumono, in questo accordo, un ruolo particolarmente importante. Atos ritiene infatti che la Digital Transformation perseguita dalle grandi imprese richieda una notevole capacità di analizzare i dati in proprio possesso, allo scopo di rilevare nuove opportunità di business e di marketing. Questo a sua volta richiede lo sviluppo di applicazioni di analytics basate su tecnologie cognitive, le uniche considerate in grado di "esplorare" in maniera adeguata le informazioni immagazzinate in azienda.

Parallelamente, sempre secondo Atos, l'evoluzione digitale delle aziende impone una maggiore attenzione alla sicurezza. Il motivo è ancora una volta il fatto che la Digital Transformation si basa sulle informazioni: se queste sono un valore, è necessario proteggerle nel migliore dei modi. La sicurezza in questo senso riguarda anche la compliance, dato che la gestione delle informazioni è oggetto di normative sempre più evolute e attente alla privacy.
google cloud automl
Partendo da questi presupposti la collaborazione tra Atos e Google si muoverà in tre direzioni principali. La parte cognitiva prevede la creazione di una practice dedicata che svilupperà applicazioni di analytics e machine learning sfruttando le API offerte in questo ambito da Google Cloud. L'obiettivo è quello di sviluppare applicazioni verticali per vari settori di mercato. A questo scopo Atos ha tra l'altro deciso di creare tre nuovi centri di ricerca e sviluppo (uno in Francia, uno in Gran Bretagna e uno negli USA) focalizzati sul machine learning.

La protezione delle informazioni è un tema più trasversale che Atos vede declinato soprattutto nella creazione e gestione di ambienti di cloud ibrido. Google Cloud diventa da subito la piattaforma preferenziale di cloud pubblico per Atos e su di essa sarà focalizzata la soluzione dell'azienda francese per l'orchestration del cloud ibrido, ossia Canopy. Dall'unione delle funzioni sviluppate da Atos con quelle proprie di Google Cloud nasce, nelle intenzioni, una piattaforma di hybrid cloud particolarmente sicura da proporre alle aziende clienti (in primo luogo i grandi clienti globali) puntando anche sulla compliance alle normative europee.

La partnership tra Atos e Google riguarda anche, più semplicemente, la collaborazione e la produttività. Atos intende arricchire la sua offerta Digital Workplace integrandovi le funzioni della G Suite di Google.
Pubblicato il: 26/04/2018

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud