HPE, a Discover numerose novità per l’hybrid cloud targato GreenLake

Esperienza unificata dall'edge al cloud ancora più completa con maggiore sicurezza, nuovi strumenti per sviluppatori, e capacità rafforzate per i carichi di lavoro su larga scala

Cloud

All’evento Discover 2002, organizzato a Las Vegas a fine giugno da Hewlett Packard Enterprise, i miglioramenti della piattaforma e i nuovi servizi cloud per HPE GreenLake hanno fatto la parte del leone, con funzionalità di sicurezza avanzate, un nuovo portale e strumenti per sviluppatori con funzioni evolute per gestire asset e carichi di lavoro su larga scala. L’offerta di punta di HPE vede oggi un cloud privato moderno e ridisegnato per offrire un'esperienza cloud native e sostenere la strategia ibrida di ogni azienda, indipendentemente dalla posizione, e ha anche visto la presentazione di otto nuovi servizi cloud GreenLake, che offrono ai clienti più scelta, controllo e prevedibilità per il deployment del cloud enteprise.

La piattaforma edge-to-cloud GreenLake offre a clienti e partner un'esperienza, controllo e visibilità unificati e un accesso facile e veloce a oltre 70 servizi cloud. Oggi, HPE GreenLake vanta 65mila clienti e oltre un exabyte di dati in gestione in tutto il mondo, che traggono vantaggio da un piano di controllo unico da cui automatizzare, orchestrare ed eseguire la propria strategia di cloud ibrido.

"Tre anni fa, sempre a HPE Discover, ci siamo impegnati a fornire l'intero portfolio as a service entro il 2022. Oggi non solo abbiamo mantenuto quell’impegno, ma siamo anche diventati una nuova azienda. GreenLake si è affermato come la scelta ideale per i cloud ibridi, e il nostro portfolio consente alle organizzazioni di portare avanti una modernizzazione incentrata sui dati per tutti i carichi di lavoro, dall'edge al cloud. Le innovazioni presentate oggi aggiungono un nuovo tassello alla nostra visione di fornire al mercato una piattaforma ineguagliabile per stimolare l’innovazione e guidare la trasformazione”, ha sottolineato Antonio Neri, Presidente e CEO di HPE, nel commentare i corposi annunci.


Antonio Neri, Presidente e Ceo di HPE

Nel dettaglio, piatto forte di Discover è stato senz’altro HPE GreenLake for Private Cloud Enterprise, una nuova offerta che reinventa l'esperienza del cloud privato, fornendone un modello automatizzato, flessibile, scalabile e di livello enterprise. Creato sia per applicazioni cloud native sia tradizionali, HPE GreenLake per Private Cloud Enterprise include infrastruttura e software modulari e supporta l'implementazione di carichi di lavoro bare metal, macchine virtuali e container.

Tra le caratteristiche della nuova offerta, si segnala in primo luogo l’idea di fondo di gestire i carichi di lavoro, non l'infrastruttura: GreenLake for Private Cloud Enterprise viene fornito con SLA di livello enterprise, che coprono l'intero ciclo di vita, inclusi installazione, provisioning, aggiornamenti del firmware, manutenzione, operazioni, hardware, pianificazione della crescita e supporto; inoltre, si tratta di una piattaforma aperta per applicazioni sia cloud native sia tradizionali, per eseguire applicazioni tradizionali e cloud native su larga scala con semplicità e velocità, senza il costo, il rischio o lo sforzo di spostare ed eseguire il refactoring dei dati.


Ma si parla anche di DevOps e automazione: progettato per il moderno modello DevOps, GreenLake for Private Cloud Enterprise può essere programmato, configurato e scalato. Si integra in configurazioni, toolchain, immagini e reti già approvate da un'organizzazione; e non mancano le potenzialità di HPE GreenLake Marketplace: con accesso a oltre 80 ISV, il Marketplace GreenLake è un solido ecosistema di ISV, fornitori di servizi e partner di colocation, che consente a clienti e partner di distribuire facilmente il software nei propri cloud privati, il tutto pre-testato e qualificato per la piattaforma HPE GreenLake; infine, grande attenzione a controllo e trasparenza dei costi: I clienti possono tenere sotto controllo l'utilizzo e la spesa con l'analisi dei consumi, visualizzare e ottimizzare i costi per tipo di servizio, posizione o unità aziendale e ottenere l'utilizzo aggregato nell'implementazione del cloud privato.

Ma il palcoscenico di Las Vegas ha visto anche la presentazione di numerosi servizi cloud progettati per aiutare a promuovere la modernizzazione incentrata sui dati. In primo luogo, spicca GreenLake for Data Fabric, un servizio gestito che contiene un data fabric analytic-ready per ambienti ibridi. Il servizio aumenta la produttività attraverso un archivio dati e un accesso unico a livello aziendale; vi è poi GreenLake for HCI, ovvero per le infrastrutture iperconvergenti, che offre operazioni cloud con un'interfaccia basata su SaaS per semplificare le macchine virtuali e la gestione dell'infrastruttura in un ambiente cloud ibrido; non manca GreenLake for Disaster Recovery, che rende disponibile l'esperienza di ripristino in un'unica semplice piattaforma con scalabilità illimitata, per recuperare in pochi minuti, fino a uno stato di secondi prima dell'interruzione.

Non solo: arriva anche HPE Backup and Recovery Service, una una soluzione di backup per Amazon Web Services (AWS), in particolare istanze Amazon Elastic Compute Cloud (EC2) e volumi Amazon Elastic Block Storage (EBS). Con questa soluzione, fa sapere HPE, i clienti possono proteggere le proprie macchine virtuali in tre semplici passaggi e in meno di cinque minuti, eliminando le complessità legate alla gestione e all'utilizzo di hardware di backup, software e infrastruttura cloud insieme; vi è poi GreenLake for Block Storage, che è il primo block storage as-a-service del settore in grado di offrire il 100% di disponibilità dei dati basato su un modello operativo cloud: l’offerta include anche livelli di servizio standard grazie ai quali i clienti possono sfruttare un servizio di storage a costi ottimizzati per carichi di lavoro generici; infine, con GreenLake for Compute Ops Management viene fornita un'esperienza cloud che semplifica e automatizza la gestione del ciclo di vita dei computer.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Download

La nuova cyber security: cosa ne pensano i CISO italiani

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Speciale

Veeam On Tour 2022

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter