Logo ImpresaCity.it

Lenovo, le rinnovate ambizioni del Data Center Group

All’evento Transform 3.0, il numero uno mondiale del DCG ribadisce i programmi di crescita, legittimati da risultati di rilievo e dal ruolo sempre centrale del Canale

Edoardo Bellocchi

Orlando, Florida - Forse un po’ enfatica ma sicuramente efficace, come sintesi. “La nostra visione come Data Center Group di Lenovo è quella di essere il partner più affidabile in assoluto per il data center, in modo da rendere possibile la trasformazione intelligente dei nostri clienti”, ha esordito Kirk Skaugen, President del Data Center Group di Lenovo, nel suo keynote all’evento Transform. Dopo le prime due edizioni di New York nel 2017 e nel 2018, quest’anno Transform si è svolta all’interno di Accelerate 19, tenutosi a metà maggio al Walt Disney World in Florida.  

Evidenziando la continua crescita dell’intera Lenovo, che l’ha portata al traguardo dei 50 miliardi di dollari di fatturato globale, di cui però il business del Data Center Group rappresenta attualmente circa un decimo, Kirk Skaugen ha sottolineato che “nei prossimi anni intendiamo diventare il più grande fornitore di infrastrutture hyperscale al mondo, soprattutto se guardiamo alla nostra forte crescita in ambito server e storage”. In effetti se si guarda ai risultati dell’ultimo trimestre, resi noti a febbraio (quelli del successivo saranno annunciati il prossimo 23 maggio), l’area DCG è cresciuta di più del 30 per cento, contro una crescita dell’intera Lenovo pari all’8,5 per cento. Non solo: l’ambito hyperscale, nel periodo considerato, ha messo a segno un incremento a tre cifre, e lo storage ha visto un segno più superiore al 60 per cento.  

Che le intenzioni siano serie lo indica di nuovo Skaugen, spiegando che “intendiamo ampliare il nostro approccio anche come ODM, Original Design Manufacturer, sia realizzando server sia costruendo prodotti custom”. Per l’ambito storage, ha proseguito il numero uno mondiale di Lenovo DCG, la partnership con NetApp, annunciata lo scorso anno, “sta andando a gonfie vele, anche con la società congiunta Lenovo-NetApp che abbiamo messo in piedi in Cina che è già al terzo posto tra le aziende di storage”.

L’ottimismo di Kirk Skaugen poggia anche in altri ambiti, come per esempio quello delle infrastrutture software defined, dove Lenovo sta mettendo a segno crescite a tre cifre da sei trimestri consecutivi, a un tasso che è “il doppio della media del mercato”, sia con le offerte per Nutanix, VMware e Microsoft Azure, sia con l’offerta “di casa” ThinkAgile CP.

Non solo: grandi manovre sono in atto anche nell’area Edge e IoT, dove “quest’anno stiamo facendo molti annunci, a cominciare dal server edge ThinkSystem SE350, di dimensioni ridottissime ma dale prestazioni molto avanzate, come la presenza di tutti i tipi di connessione oppure i sensori di movimento, che in presenza di spostamenti non autorizzati provvedono ad autodistruggere i dati”.

Tra gli altri argomenti citati da Kirk Skaugen, l’ambito Telco e Networking, dove Lenovo “quest’anno annuncerà il portafoglio prodotti e soluzioni più esteso della nostra storia, grazie anche alla nostra nuova divisione legata alla NFV, Network Function Virtualization”. Rimanendo invece in terreni forse più congeniali, è da citare anche l’ampliamento della partnership con SAP, che ha visto il recente annuncio della piattaforma di orchestrazione dati Lenovo Intelligent Insights, basata su SAP Data Hub.
kirk skaugenKirk Skaugen, President DCG di Lenovo, durante il suo keynoteInfine, nelle strategie di crescita del Data Center Group di Lenovo, ampio spazio è dedicato anche ai Partner, sempre centrali nell’ambito del go-to-market del colosso cinese. La parola d’ordine lanciata dal palco da Kirk Skaugen è appunto “channel first”: l’idea è quella di declinare sempre più questa filosofia. Un messaggio che vale per tutte le aree geografiche, ma in particolare per gli Stati Uniti, dove la quota di indiretta è attorno al 50 per cento, tuttora inferiore rispetto ad altre aree. Per esempio, nell’area Emea, il fatturato derivante dal Canale è attestato attorno all’85 per cento, come conferma conversando con ImpresaCity Graham Marr, President DCG Emea di Lenovo, che vede “molte opportunità di ulteriore crescita dei Partner soprattutto nel loro ruolo di system integrator”. Tra le nuove frecce all’arco del Canale, è da menzionare TruScale Infrastructure Services, introdotta all’inizio di quest’anno. Si tratta di un’offerta completa as-a-Service che consiste in un servizio pay-per-use, che permette di acquistare l'hardware e i servizi del data center, on premise o in un altro luogo a scelta, senza dover acquistare l’infrastruttura.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 15/05/2019

Speciali

Speciali

Gli ERP nell’era della trasformazione digitale

Speciali

NetApp Data Driven Academy