▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Links testa le tecnologie "esponenziali" per il banking

Dal progetto "Invisible Business" nascono nuove soluzioni in ambito credit management

Mercato e Lavoro

Links Management and Technology - società di consulenza nata a Lecce nel 1999 e che ora conta oltre 900 dipendenti ed è presente anche Milano, Roma, Bari, Bologna, Sondrio e Tirana - ha concluso la fase di sperimentazione del progetto di ricerca definito "Invisible Business" e dedicato all'implementazione in ambito bancario delle nuove tecnologie del digitale. Il nome del progetto, partito nel 2019, rimanda al fatto che grazie appunto alle nuove tecnologie la relazione banche e utenti diviene dove possibile sempre più "invisibile" perché sempre più immateriale.

La ricerca di Links si è focalizzata sulla sperimentazione delle principali tecnologie IT più all’avanguardia (le cosiddette “exponential technology”), toccando in particolare gli ambiti dell'analisi dei portafogli di credito e la creazione di un marketplace per la compravendita del credito.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Nel primo ambito, l’attività di ricerca e di sviluppo di Invisible Business ha portato a un nuovo sistema di supporto all’analisi dei portafogli, con cui Banca Sistema - una delle banche coinvolte nel progetto di ricerca - ha simulato iniziative finanziarie con l’obiettivo di verificare e confrontare il ritorno potenziale delle operazioni in termini di liquidità.

Il nuovo marketplace del credito ha invece l’obiettivo di supportare i processi di due diligence e cessione. La pubblicazione dei portafogli di credito sul marketplace evidenzia immediatamente le disponibilità degli istituti finanziari; una volta rilevato l’interesse da parte delle potenziali cessionarie, il sistema supporta la fase di data room e, successivamente, a fronte dell’accordo sulla vendita del credito (o del portafoglio di crediti), la transazione su blockchain.

L’impiego della tecnologia blockchain è pensato per superare le problematiche di sicurezza e per semplificare l’aspetto contrattuale connesso alla vendita del credito, che richiede generalmente ingenti costi e sforzi da parte degli istituti che tendono a preferire operazioni di maggiore portata rispetto alla cessione del piccolo credito. Alla fase di sperimentazione del marketplace hanno partecipato Banca Sistema, in qualità di cedente, e Banca Agricola Popolare di Ragusa, cessionaria, simulando la vendita di un portafoglio di crediti contrattualizzata attraverso smart contract.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter