Huawei, innovazioni per l'IA, il 5G e la User Experience

Le invenzioni spaziano da una rete neurale addizionale in grado di limitare il consumo di energia fino ad arrivare a un'innovativa iride ottica che riduce tempi e costi associati alla banda larga

Tecnologie

Da Huawei arriva una serie di novità nell'ambito delle premiazioni dell’evento “Broadening the Innovation Landscape 2022”, tenutosi presso il quartier generale dell’azienda a Shenzhen e online. Le invenzioni che sono state premiate spaziano da una rete neurale addizionale in grado di ridurre in modo significativo il consumo di energia e l'area di circuito fino ad arrivare a un'innovativa “iride ottica” che fornisce un identificatore unico per le fibre ottiche ed è stata concepita per supportare gli operatori nella gestione delle risorse di rete, riducendo i tempi e i costi associati all'implementazione della banda larga.

Alla fine del 2021, Huawei deteneva più di 110.000 brevetti attivi in oltre 45.000 categorie. L’azienda inoltre può vantare la concessione di un numero di brevetti più alto di qualsiasi altra azienda cinese, ha depositato il maggior numero di domande di brevetto presso l'Ufficio Europeo dei Brevetti e si è classificata al quinto posto per numero di nuovi brevetti ottenuti negli Stati Uniti. Per cinque anni consecutivi, infine, Huawei si è anche classificata al primo posto a livello mondiale per quanto riguarda le domande di brevetto depositate presso il Patent Cooperation Treaty.

Huawei sta inoltre collaborando attivamente con le società di gestione delle licenze di brevetti per offrire licenze di tipo "one-stop" per gli standard più diffusi, e sta valutando per i brevetti 5G programmi di licenza congiunta con esperti in materia e altri titolari di brevetti leader nel settore.

L’evento rappresenta il terzo dedicato all'innovazione e alla proprietà intellettuale che Huawei ha promosso tra le sue iniziative legate all’innovazione. Ogni anno Huawei investe infatti oltre il 10% del suo fatturato in Ricerca e Sviluppo e nel 2021 si è classificata seconda nel quadro di riferimento europeo degli investimenti industriali in R&S. Sempre nello stesso anno, l'azienda ha portato gli investimenti in R&S a 22,4 miliardi di dollari che corrispondono a oltre il 22% del fatturato totale. Nell'ultimo decennio, gli investimenti totali di Huawei in R&S hanno superato i 130 miliardi di dollari.

"La tutela della proprietà intellettuale è fondamentale per salvaguardare l'innovazione. Come Huawei desideriamo concedere in licenza i nostri brevetti e le nostre tecnologie per condividere le nostre innovazioni con il mondo intero. Ciò contribuirà ad ampliare ulteriormente il panorama dell'innovazione, far progredire il nostro settore e promuovere l’avanzamento tecnologico senza lasciare indietro nessuno", commenta Song Liuping, Chief Legal Officer di Huawei.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Advanced Cluster Security: come si mette davvero al sicuro il cloud

Download

Le regole del multicloud

Speciale

Il digitale nella Sanità: nuove frontiere per nuove esigenze

Speciale

L’AI nelle aziende: intelligenza in crescita

Monografia

Cyber Security: l’azienda al sicuro

Calendario Tutto

Giu 30
Più semplice, veloce e sicura: scopri le novità della soluzione di Managed File Transfer GoAnywhere

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter