IDC: PNRR e Piano Italia 2026, la PA affronta nuove sfide

Una recente survey indica che tre cittadini italiani su cinque si aspettano che gli enti pubblici guidino l’evoluzione dell’esperienza da utenti di servizi: se ne parla in un evento con SAP

Trasformazione Digitale
Con più di un quarto delle risorse totali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) dedicato alla transizione digitale, gli obiettivi degli interventi per innovare la Pubblica Amministrazione sono ambiziosi: raggiungere l’80% dei servizi pubblici essenziali erogati online entro il 2026 e contestualmente portare circa il 75% della PA italiana a utilizzare servizi in cloud.

Gli investimenti pensati dal Piano Italia 2026, che coprono anche le infrastrutture per la connettività a banda ultra-larga, sono volti non solo alla trasformazione digitale dei processi interni della PA, ma anche e soprattutto al miglioramento del rapporto con i cittadini e alla modernizzazione dei servizi offerti. Secondo la ”IDC Consumers, Users and Citizens Survey 2021”, condotta da IDC per conto di SAP all’inizio di quest’anno, il 62% dei cittadini italiani si aspetta che gli enti pubblici diventino gli attori più importanti nel contribuire all’evoluzione della propria esperienza di utenti di servizi, e in generale al benessere e alla qualità della vita.

Una dichiarazione di fiducia che va al cuore della missione pubblica, in un momento unico per riprendere e riaffermare il ruolo del servizio pubblico di costruire capacità e attitudini per guidare una società sotto pressione verso nuove direzioni. Non mancano ovviamente gli aspetti critici, che dalla componente prettamente infrastrutturale e tecnologica (si pensi solo che larga parte della spesa IT della PA è ancora assorbita dalla manutenzione dei sistemi legacy) si estendono alla semplificazione dei processi amministrativi, alla governance della spesa fino alla ricerca delle competenze adeguate, necessarie per attuare una trasformazione digitale di successo: cloud, data/AI/analytics, app development, cybersecurity e collaboration sono, secondo le più recenti indagini IDC, tra le principali competenze che servono alla PA.

Uno scenario che apre quindi a grandi sfide, pensando che oggi solo il 29% dei cittadini italiani percepisce una citizen experience integrata e consistente nel rapporto con la PA, come emerge dalla survey IDC. Un messaggio che ispira trasformazioni profonde nei rapporti interni alle organizzazioni pubbliche, tra le organizzazioni, e tra queste e altri ecosistemi. Una visione che vede anche i processi a monte con partner e fornitori trasformarsi velocemente per rispondere a requisiti di agilità, trasparenza e controllo dei rischi.

Il prossimo 8 luglio, in diretta streaming dalle 15:00 alle 16:30, i Digital Leaders delle principali imprese italiane si incontrano virtualmente nella terza e conclusiva tappa dell’iniziativa Digital Leaders on the Rise, il ciclo di eventi digitali organizzato da SAP e IDC nel 2021, in collaborazione con HRC Community. Intitolato Amplify Public Administration - Voglia di pubblico, fiducia, collettività: nuovi traguardi per la PA che cambia, l’evento rappresenta un’occasione per esperti, manager d’azienda e decision maker per mettere al centro del dibattito i valori attesi dalla società e la nuova “bussola” che ispira la trasformazione delle organizzazioni e dei servizi pubblici.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori