Oracle APEX, lo sviluppo applicativo low-code in azione

Un webinar illustra alcuni interessanti casi di applicazioni on-premise e in cloud sviluppate con la soluzione integrata all’interno di Oracle DB

Trasformazione Digitale
Il nome per esteso è Application Express, ma è più nota come Oracle APEX. Si tratta della piattaforma di sviluppo low-code di casa Oracle che consente di creare applicazioni scalabili e sicure, con funzioni di primissimo livello e in grado di essere distribuite ovunque. 

Un webinar tenutosi ieri ha fatto il punto sulle opportunità offerte dal low-code, ospitando anche la testimonianza di aziende come Autostrade del Brennero, Italferr e Rosss. L’evento è stato aperto da Roberto Zampese, Innovation Business Solution Engineer di Oracle, che ha sottolineato alcuni dati interessanti: “secondo Forrester lo sviluppo low code è dieci volte più veloce dei metodi tradizionali, mentre Gartner ritiene che dal 2024, lo sviluppo applicativo low-code sarà protagonista per oltre il 65% delle attività di sviluppo applicativo in quanto offre convincenti vantaggi di produttività per i professionisti dello sviluppo e vantaggi in termini di velocità di consegna”. 

oracle apex 2
Non è quindi un caso se oggi, ha proseguito Zampese, “il low-code rappresenta una concreta opportunità per le aziende di ridurre i costi, per la sua flessibilità e maggiore affidabilità, ma anche in ragione della facilità di apprendimento, dato che consente anche ai meno esperti di programmazione applicativa di lavorare allo sviluppo". E i numeri di Oracle APEX ne sottolineano il successo “nel mondo oggi ha già oltre 50.000 clienti, con più di 500.000 sviluppatori per un totale di oltre 2.200.000 applicazioni con centinaia di installazioni al giorno”, ha precisato Zampese. 

Non solo: “con APEX è facile modernizzare le soluzioni legacy e portarle nel mondo mobile, per creare facilmente applicazioni per la mobilità e il desktop anche partendo da quelle esistenti”, ha spiegato Zampese, sottolineando che “mentre si sviluppa o si fanno aggiornamenti, grazie a una delle funzionalità del data base, gli utenti possono continuare a lavorare con la precedente versione del DB, ed è inoltre facile da utilizzare grazie anche a un’intuitiva interfaccia basata su browser, che guida l’utente attraverso la creazione delle applicazioni”. 

Tra le altre caratteristiche di APEX ricordate durante il webinar, vi sono anche la semplicità della sua architettura che offre robustezza e consente di spostare meno dati, con un minor utilizzo di CPU rispetto alle architetture a tre livelli e con un unico ambiente di sviluppo per migliaia di applicazioni, e il fatto di poter essere eseguito e distribuito ovunque sia on-premise sia in cloud, che può essere di Oracle o di terze parti. Infine, è progettato per creare web app sicure, completamente integrate all’interno del data base Oracle senza costi di licenze
oracle roberto zampese
Roberto Zampese di Oracle
addizionali e con tutte le caratteristiche di sicurezza necessarie.  

Casi concreti

Le promesse della piattaforma sono state confermate dagli interventi degli ospiti al webinar, con in testa Roberta Landolfo, Senior Consultant BU Digital Solutions di Xview che ha illustrato la soluzione applicativa adottata da Autostrade del Brennero per la gestione dei Rapporti di Mancato Pagamento.

Completamente reingegnerizzata nel corso del 2018, la soluzione si basa su APEX e prevede il caricamento quotidiano di tutti i rapporti di mancato pagamento verificatisi sulla rete autostradale A22 Modena-Brennero, permettendo di gestire l’intero processo grazie all’integrazione e al consolidamento dei dati, all’importazione delle informazioni relative ai pagamenti eseguiti a posteriori e alla gestione dei solleciti. Il sistema è integrato mediante API con tutti i principali sistemi esterni necessari alla gestione completa del ciclo di vita del Mancato Pagamento, come PRA, Polizia Stradale e società di recupero crediti. 

Interessante anche il caso illustrato da Marco Marchetti, Responsabile della struttura di pianificazione e controllo programmi DT di Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato che realizza investimenti infrastrutturali per grandi progetti nel settore ferroviario, sia convenzionale sia ad Alta Velocità. Insieme a Vito Suglia, Senior Consultant Business Analytics di Oracle Consulting Services, Marco Marchetti ha presentato l’applicazione per la gestione dello stato di avanzamento progetti con l’integrazione della soluzione Oracle Primavera P6. Nel dettaglio, è stata realizzata un'applicazione APEX che consente al personale distribuito sul territorio di avere accesso ai dati contenuti nella soluzione Primavera P6 e modificare e consolidare gli avanzamenti progettuali.  

oracle apex 1

Infine, Gabriele Calamai, IT Manager di Ross, specializzata nella produzione di scaffalature metalliche antisismiche per stoccaggi di materiali pesanti e leggeri, ha illustrato, insieme ad Alessandro Bencini, CEO di Tema Sistemi Informatici, l’esperienza della progettazione di una scaffalatura autoportante alta 35 metri nella quale vengono immagazzinati oltre 60.000 pallet e resistente agli eventi sismici: l’intera applicazione, in esercizio già da più di un anno, è stata realizzata con Oracle APEX.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori