HPE dall'Edge all’Exascale a tutto AMD Epyc

Nuova gamma di soluzioni con prestazioni migliorate e maggiore efficienza energetica per affrontare qualsiasi tipo di workload

Tecnologie
Da HPE arriva la nuova gamma di server ProLiant e sistemi Apollo che utilizzano il processore AMD Epyc di terza generazione per fornire piattaforme con prestazioni ineguagliabili, sicurezza, automazione e capacità di gestione remota per supportare una serie di workload critici essenziali per la trasformazione digitale. Inoltre, arriva il supercomputer HPE Cray EX, che sfrutta la terza generazione di AMD Epyc per alimentare le esigenze di supercomputing di fascia alta, come i sistemi di classe exascale che sono fino a 10 volte più veloci degli attuali supercomputer più potenti.

Con il portafoglio migliorato e i progressi nelle prestazioni, evidenzia una nota, HPE permette alle aziende di scalare, gestire e accelerare senza soluzione di continuità il time-to-value per qualsiasi esperienza dall’edge all'exascale, con soluzioni che possono essere adottate utilizzando HPE GreenLake, la piattaforma elastica, pay-per-use, as-a-service che può funzionare on-premises, nell’edge, o in una struttura di colocation, combinando la semplicità e l'agilità del cloud con la governance, la conformità e la visibilità che deriva dal cloud ibrido.

hpe cray ex supercomputer
Nel dettaglio, come parte del portafoglio che utilizza il processore AMD Epyc di terza generazione, HPE ha introdotto due nuove linee di server nella sua crescente famiglia ProLiant con il server ProLiant DL345 Gen10 Plus per puntare a soluzioni ottimizzate per lo storage nei workload di database, e il server ProLiant DL365 Gen10 Plus per puntare a soluzioni di infrastruttura desktop virtuale (VDI).

Inoltre, nella gamma HPE Apollo, costruiti appositamente per supportare applicazioni HPC come la modellazione e la simulazione, arrivano i sistemi Apollo 2000 Gen10 Plus e Apollo 6500 Gen10 Plus v2 con la terza generazione di processori AMD Epyc per offrire ancora più prestazioni, efficienza e capacità mirate per i workload HPC e AI.

Infine, per le soluzioni di supercomputing di fascia alta, HPE fornisce il supercomputer HPE Cray EX, che presenta un'architettura HPC avanzata progettata per il supercomputing di prossima generazione, come per i sistemi di exascale-class che sono 10 volte più veloci degli attuali supercomputer più potenti.

"La trasformazione digitale sta rimodellando ogni settore, e nuovi modelli digitali si stanno evolvendo per supportare la crescente adozione di tecnologie edge, 5G e intelligenza artificiale, nonché per adattarsi alle nuove esigenze tecnologiche spinta dal Covid-19. HPE sta affrontando queste esigenze dinamiche del mercato passo passo con soluzioni ad alte prestazioni che possono scalare, proteggere ed eseguire in modo efficiente i workload per accelerare il time-to-value", sottolinea Neil MacDonald, senior vice president e general manager, Compute Business Group di HPE. "Oggi, attraverso la nostra lunga collaborazione e la progettazione congiunta con AMD, stiamo fornendo il più grande e più ampio portafoglio di soluzioni di calcolo, utilizzando il nuovo processore AMD Epyc di terza generazione, per trasformare l'infrastruttura e fornire l'agilità, la facilità di gestione e l’economia che è fondamentale per le esigenze del data center di domani."
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori