CES 2021: le novità di Dell per lo smart working

Il CES 2021 di Dell è all'insegna delle innovazioni per lavorare meglio, un fil rouge che unisce notebook, monitor e PC

Tecnologie
Il CES è considerato un evento tecnologico soprattutto consumer, ma da diversi anni questa connotazione è più sbilanciata verso l'ambito business. E le evoluzioni del lavoro - in ottica remote working "potenziato" - che ci ha portato il 2020 hanno ulteriormente eroso la distinzione tra il settore professionale e l'IT "da casa". Così ci si aspetta che al CES 2021 siano molti gli annunci di interesse anche per le imprese. Legati appunto alle tecnologie ed ai prodotti per lavorare meglio da un po' ovunque.

In questo senso i primi annunci sono stati quelli di Dell Technologies, che ha presentato vari prodotti "personal" con caratteristiche pensate per facilitare lo smart working. Seguendo il fil rouge del ripensamento dei prodotti in ottica telelavoro e collaboration che hanno adottato anche altri produttori di PC. Per consentire agli utenti - spiega Ed Ward, senior vice president, Client Product Group, Dell Technologies - di "lavorare in maniera più intelligente e collaborare in maniera più semplice". Per un futuro dei PC che è "sicuro, sostenibile e smart".

Una evoluzione importante perché c'è in gioco un mercato inaspettatamente cospicuo. Il 2020 si è chiuso con qualcosa come 300 milioni di PC venduti, il numero più elevato degli ultimi sei anni. E le quote di vendita future si conquisteranno, spiegano gli analisti, migliorando l'esperienza utente di chi possiede un PC.

Il che, almeno al momento, si traduce in particolare nel progettare PC che abbiano integrate alcune funzioni direttamente collegate alla collaboration. E che semplifichino la vita degli utenti adattandosi automaticamente al loro modo di lavorare. Cioè ottimizzando da soli le loro configurazioni in modo da supportare al meglio le applicazioni e i servizi più utilizzati.
dell optiplexIn campo notebook questo approccio viene ad esempio seguito dai nuovi Latitude 9420, che hanno diverse funzioni legate al video conferencing. Tra cui altoparlanti migliorati e una webcam con compensazione automatica dell'illuminazione ambientale e regolazione automatica della sfocatura dello sfondo. Per proteggere la privacy, la webcam ha una cover che si apre e chiude automaticamente quando si lanciano o si chiudono le applicazioni di video conferencing.

Collaboration in primo piano anche per una nuova linea di monitor pensati per la video conferenza e certificati per Microsoft Teams. Il modello principale è il Video Conferencing Monitor da 34 pollici curvo, ci sono anche le versioni da 24 e 27 pollici. Tutti con riconoscimento facciale e supporto alle gesture.

Altri annunci riguardano i notebook Latitude 7520 e 5420, il 2-in-1 Latitude 7320, il display Dell UltraSharp 40 Curved WUHD (40 pollici 5K2K), l'all-in-one compatto OptiPlex 3090 Ultra (in cui il PC sta letteralmente dentro lo stand del monitor).

Dell si muove anche tenendo presenti i temi della sostenibilità. Per questo i nuovi notebook Latitude 5000 e le workstation Precision 3560 sono presentati come i primi PC realizzati usando bioplastiche derivanti dagli scarti del processo di produzione della carta. In sostanza, circa un quinto del coperchio del display è realizzato in questo modo.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori