SK Hynix acquisisce le memorie NAND di Intel per 9 miliardi di dollari

Intel cede il business delle memorie NAND alla sud coreana SK Hynix. La transazione da 9 miliardi di dollari sarà finalizzata a marzo 2025. La cessione interessa il business degli SSD, la produzione di NAND e wafer e dell'impianto produttivo di Dalian, in Cina. Le soluzioni Optane restano nelle mani di Intel.

Tecnologie
SK Hynix acquisirà per 9 miliardi di dollari la divisione delle memorie NAND di Intel. L'azienda sudcoreana assumerà il controllo del business degli SSD di Intel, della produzione di NAND e wafer, e dell'impianto produttivo di Dalian, in Cina. Resterà nelle mani di Intel il business delle soluzioni Optane basate su memoria 3D XPoint.

L'azienda di Santa Clara investirà i proventi di questa cessione nelle attività che le garantiscono una crescita a lungo termine, come Intelligenza Artificiale e connettività 5G.

SK Hynix è il secondo più grande produttore al mondo di chip. Con questa acquisizione mira a migliorare la competitività delle sue soluzioni di storage, tra cui gli SSD aziendali, in un settore, quello delle flash NAND, che è in rapida crescita. Inoltre conta di compiere un balzo in avanti e di affermarsi come una delle principali aziende globali di semiconduttori. Da non trascurare è inoltre il beneficio che trarrà dalla crescita del suo ecosistema di memorie, a vantaggio di clienti, partner e azionisti.

L'accordo verrà ora sottoposto all'approvazione degli enti governativi, che è attesa per la fine del 2021. Solo a quel punto prenderà il via il passaggio di mano della produzione delle NAND SSD, che avverrà in due tranche. Con la prima, che prevede il pagamento di 7 miliardi di dollari, SK Hynix acquisirà il business degli SSD NAND di Intel, comprese le proprietà intellettuali e i dipendenti, e l'impianto di Dalian.

intel nand
La seconda tranche si attiverà solo al momento del "closing", quindi a marzo 2025, con il pagamento dei restanti 2 miliardi di dollari. Consisterà con il passaggio di mano delle proprietà intellettuali relative alla produzione e alla progettazione di wafer di NAND flash, con l'acquisizione dei dipendenti del settore ricerca e sviluppo e della forza lavoro dell'impianto di Dalian.

Nel periodo compreso fra la prima e la seconda tranche Intel continuerà a produrre wafer NAND presso la Dalian Memory Manufacturing Facility. Fino al closing manterrà tutti gli IP relativi alla produzione e alla progettazione di wafer flash NAND. Nella nota ufficiale Intel e SK Hynix sottolineano che lavoreranno insieme per garantire una transizione senza soluzione di continuità per clienti, fornitori e dipendenti. 

Nel semestre che si è chiuso a giugno 2020 SK Hynix era il quinto produttore mondiale di NAND Flash con il 12%, Intel era sesta. Con l'acquisizione del business di Intel, l'azienda sud coreana non riuscirà comunque a impossessarsi della prima posizione, saldamente in mano a Samsung con il 31% di market share. Però potrebbe insidiare le altre concorrenti: Kioxia che è al secondo poco con il 17%, WD che è terza con il 16% e Micron che è quarta con il 13,7% (dati TrenForce).
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Speciale

eCommerce e nuovi scenari

Calendario Tutto

Giu 29
F5 Adaptive Applications Series - Intelligence & Adaptive Application Security
Giu 29
AVM: La ripartenza digitale è un volano per la crescita delle aziende?

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori