ServiceNow: in Italia, il 57% dei CIO ha già digitalizzato almeno la metà dei processi aziendali

I CIO sono consapevoli del fatto che la digitalizzazione migliori l’efficacia dei flussi di business, ma permangono dei punti critici da affrontare

Tecnologie Trasformazione Digitale Cloud
Sono di buon auspicio i dati che emergono da una recente ricerca di ServiceNow, che mostra come i CIO italiani siano consapevoli del fatto che la digitalizzazione migliori l’efficacia dei processi di business chiave, come il Customer service, il Finance, l’IT e il Legal. Infatti, se già il 57 per cento dei CIO italiani dichiara di aver digitalizzato almeno la metà dei processi e dei flussi di lavoro della propria azienda, dalla ricerca emerge anche che questa percentuale salirà al 98 per cento entro il 2022, come dire da qui a tre anni. 

Però, come sottolinea una nota, per poter sfruttare appieno l’impatto della digital transformation i CIO si trovano a dover affrontare alcune sfide, che nascono da punti deboli nelle aziende che ostacolano il processo di innovazione. Per proseguire il processo di trasformazione e ottenere un pieno successo nelle diverse aree di business, i CIO devono perciò prendere in considerazione cinque punti critici evidenziati dalla ricerca, che ha coinvolto oltre 500 CIO di 12 Paesi di tutto il mondo tra cui l’Italia.
servicenow cio 2
Al primo posto si colloca la Collaborazione con i C Level: il 76% dei CIO collabora con il COO per standardizzare i flussi di lavoro e il 65% con il CEO, ma c’è ancora un 10% che afferma di essere l’unico responsabile. Viene poi la Collaborazione con un partner esterno: il 55% dei CIO collabora con un partner esterno in maniera efficace, ma solo l’8% afferma di avere una collaborazione veramente efficace quando si tratta di progetti di trasformazione digitale.  

È anche necessario Allineare gli obiettivi della digitalizzazione a quelli di business: solo il 14% dei CIO dichiara di essere realmente efficace nello stabilire obiettivi di business per tutte le aree. Quarto punto è quello di Coinvolgere l’IT nei diversi aspetti dell’organizzazione: pochi CIO sono in grado di far coinvolgere l’IT nei diversi aspetti di business. Solo il 6% è d’accordo nell’affermare che la propria organizzazione è in grado di formare team con membri di diverse aree, per facilitare i progetti di trasformazione digitale. Infine, è necessario Tenere traccia dei risultati e adattare la strategia: c’è molto spazio per migliorare il mondo in cui gli sforzi relativi alla digitalizzazione vengono presentati al business. Solo il 6% dei CIO ritiene infatti di essere veramente efficace nel misurare i progressi e presentare il risultato al management  

I CIO giocano un ruolo cruciale nel guidare le strategie di trasformazione digitale e i loro sforzi migliorano i risultati di diverse aree di business come le HR, il Finance, l’IT e il Legal”, spiega Antonio Rizzi, Senior Manager, Solution Consulting di ServiceNow. “Molti CIO stanno ancora lottando per raggiungere dei benefici duraturi all’interno di una strategia di digitalizzazione e per fare questo devono assicurarsi che l’IT sia coinvolto in ogni aspetto di business e che gli obiettivi siano allineati con quelli del business. In questo modo i CIO accelereranno l’innovazione e miglioreranno le performance finanziarie e dei dipendenti”.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori