Logo ImpresaCity.it

Zucchetti Infinity 4.0: la trasformazione digitale per ERP e HR

Passare dalla gestione delle transazioni al governo dei processi digitali è l’ambizione della nuova major release della nota soluzione della prima software house italiana

Al “Zucchetti Meeting 2018”, l’incontro dei partner della software house lodigiana, che ha anche colto l’occasione per festeggiare i primi 40 anni di attività, una delle star è stata Infinity 4.0, la nuova versione dell’apprezzata soluzione per la gestione di ERP e HR. Anche la stessa scelta del nome della nuova release è molto significativa: pur seguendo immediatamente la versione 2.4, il “salto” a Infinity 4.0 vuole appunto sottolineare il forte cambiamento rispetto alla soluzione precedente, richiamando nel contempo un tema d’attualità come l’Industria 4.0, e, perché no, anche i 40 anni di storia di Zucchetti. 

Rinnovando uno dei propri prodotti più strategici, la prima software house italiana non fa mistero di voler mantenere la leadership sul mercato, forte anche della crescita di Infinity, che nel corso del 2017 è stata del 24 per cento rispetto all’anno precedente: un valore esattamente doppio rispetto a quello dell’intera area ERP di Zucchetti, che ha visto un incremento del 12 per cento. Nel presentare Infinity 4.0, Giorgio Mini, vicepresidente di Zucchetti e responsabile dell’area ERP, ha sottolineato che si tratta di “un vero e proprio cambio di prospettiva in ambito ERP, voluto proprio per tenere conto della trasformazione digitale che sta facendo crescere sempre più le esigenze dei nostri clienti”. L’idea di fondo che ha ispirato la nuova release, che sarà disponibile nel corso delle prossime settimane, è quella di passare dalla gestione delle transazioni a un vero e proprio governo dei processi digitali, introducendo nuove funzionalità come chatbot, dashboard di controllo e di analisi, strumenti di analytics e semplificando notevolmente la user experience, per supportare al meglio il lavoro in mobilità”.  

Tutto questo senza però dimenticare quello che è uno dei punti di forza di Infinity fin dal suo esordio sul mercato: la semplicità d’uso, caratterizzata da una user experience basata su un’interfaccia di tipo web. Non solo: sempre in tema di user experience, Zucchetti ha fatto sapere di aver lavorato molto sulle tecnologie per mantenere la facilità di utilizzo, che non fa percepire agli utenti tutta la complessità sottostante, data dalla presenza di applicativi complessi, caratterizzati da ottimi livelli di potenza elaborativa e gestionale. 

plenaria

La rivoluzione di Infinity 4.0 riguarda anche i processi di gestione del personale, ha spiegato Domenico Uggeri, vicepresidente Zucchetti e responsabile dell’area HR, in quanto “la trasformazione digitale passa anche da un nuovo modo di gestire gli aspetti amministrativi e organizzativi delle risorse umane. La nostra suite HR mette al centro la persona, estendendo le aree applicative tradizionali come paghe e rilevazione presenze fino al fleet & travel, al workforce management e all’ambito safety & security. Inoltre ci la possibilità di approcciare in modo puntuale diversi target di mercato, dai consulenti del lavoro alle Piccole e Medie Imprese, e dalle grandi imprese fino al mercato internazionale”. Del resto le aspettative su Infinity 4.0 sembrano ben risposte anche nell’ambito della gestione delle Risorse Umane, dove Zucchetti sottolinea di essere il leader assoluto in Italia con oltre 25mila clienti, forte di avere l’unica soluzione sul mercato a essere sia completamente su web sia completamente integrata. 

Su tutto, emerge un obiettivo di fondo: quello di voler superare il pensiero che ritiene i gestionali ERP e HR come soluzioni di tipo puramente amministrativo, passando invece a considerare anche l’aspetto comunicativo, per renderle soluzioni più fruibili, senza per questo cedere nulla in termini di sostanza. Il mercato è avvertito.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 02/05/2018

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo