HPE Superdome Flex: in-memory computing con una marcia in più

I nuovi sistemi HPE Superdome Flex puntano sulla scalabilità orizzontale e verticale, con la possibilità di gestire grandi quantità di RAM per le elaborazioni in-memory

Cloud
Il mezzo migliore per gestire ed elaborare grandi quantità di dati, specie in applicazioni ad alta velocità come ad esempio gli streaming analytics, è usare piattaforme di in-memory computing in cui i dati siano conservati in memoria RAM il più a lungo possibile. È per questo motivo che i database in-memory stanno vivendo una fase di grande popolarità, con in prima fila le piattaforme di grandi nomi come Microsoft, Oracle e SAP.

Il problema che molte aziende utenti devono affrontare nell'approccio all'elaborazione in-memory è garantire la scalabilità dei sistemi hardware bilanciandola con gli investimenti necessari. La soluzione tradizionale, più semplice ma spesso più costosa, è puntare su sistemi a scalabilità verticale in cui potenziare memoria e processori. Creare sistemi con scalabilità orizzontale, a più nodi, introduce complessità nella condivisione dei dati in memoria.

HPE prova a risolvere questo dilemma con una nuova piattaforma - HPE Superdome Flex - che sfrutta le tecnologie assorbite con SGI. Una unità Flex è un di fatto un server x86 per il montaggio in rack, alto 5U, che può ospitare sino a quattro processori Intel Xeon Gold o Platinum, ciascuno con un numero di core variabile tra 4 o 28, e integrare sino a 6 TB di RAM. L'utente può configurare il primo nodo HPE Superdome Flex in base alle sue esigenze e questo garantisce una prima forma di scalabilità, verticale.

HPE Superdome Flex offre però anche una forma di scalabilità orizzontale, dato che le singole unità possono essere combinate fra loro per configurazioni sino a otto chassis, quindi con un massimo di 48 TB di RAM e 32 processori. Ciascuno chassis aggiuntivo si può configurare in maniera mirata e diversa dagli altri, quindi scale-up e scale-out si combinano bene insieme.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori