▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Data4, due miliardi per sviluppare in Italia nuovi data center AI-ready

Il piano di espansione europeo del Gruppo prevede investimenti per 7 miliardi di euro entro il 2030, di cui 2 destinati alla crescita sul mercato italiano

Cloud

Piano di espansione da 2 miliardi di euro per l’Italia per Data4, che prevede la riqualifica di ex-aree industriali per lo sviluppo di campus data center tra i più potenti e sostenibili d’Europa. Entro il 2030, il numero di data center in Italia è destinato ad aumentare di tre volte, fino a raggiungere circa 1,3GW di capacità installata. Secondo gli studi di Data4, tra il 30% e il 35% di questa capacità dovrebbe essere dedicata all'intelligenza artificiale.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Olivier Micheli, Presidente del Gruppo Data4, ha sottolineato queste cifre in occasione della cerimonia di taglio del nastro per l’inaugurazione a metà giugno del nuovo data center DC09 a Cornaredo alle porte di Milano, e ha presentato il masterplan del nuovo campus MIL02, il cui sviluppo, da oltre 500 milioni di euro, partirà a inizio 2025.

Con un’estensione complessiva di 22 ettari per lo storico sito MIL01 di Cornaredo e di 7.7 ettari per il nuovo campus MIL02 a Vittuone, sempre nell’area milanese, il Gruppo Data4 investirà significativamente nell’ammodernamento delle infrastrutture esistenti e nella costruzione di nuovi data center AI-ready, con soluzioni ottimizzate di interconnessione, calcolo e ampliamento della capacità di stoccaggio e archiviazione dati. Inoltre, fa sapere l'azienda, 4 milioni di euro saranno allocati per la riqualifica della storica “Villa Castelletto” a sostegno del patrimonio culturale locale, in linea con l’approccio olistico e il programma di sostenibilità a lungo termine del Gruppo.

Con questo ambizioso piano di sviluppo, Data4 punta a consolidare la propria posizione in Europa e a diventare il principale operatore paneuropeo rafforzando al contempo la sua leadership sul territorio italiano. I data center di domani saranno infrastrutture ad alta capacità di potenza e calcolo, che fungeranno da veri e propri abilitatori per lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale nei Paesi in cui operiamo”, ha commentato Olivier Micheli (ritratto nella foto di apertura).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter