Auriga, arriva il voice banking

La società attiva nella banca omnicanale ha sviluppato IOLE, assistente virtuale basato interamente sul Machine Learning e capace di rispondere in modo rapido e intuitivo

Trasformazione Digitale

Da Auriga, attiva nel settore di sviluppo di software per la banca omnicanale, arriva IOLE, assistente virtuale basato interamente sul Machine Learning e capace di rispondere in modo rapido e intuitivo alle differenti richieste e comandi vocali dei clienti che abbiano bisogno di assistenza.

Presentato in occasione dell’evento ATM & Payments Innovation Summit, svoltosi a Berlino il mese scorso, IOLE è integrabile con Bank4Me, modulo della proposta #NextGenBranch di Auriga per la banca remota e digitale, portando quindi ai massimi livelli la disponibilità del servizio e la Customer Experience.


Una volta rilevata la presenza del cliente tramite un sensore di movimento IoT e dopo che l’utente effettua l’autenticazione presso la postazione, IOLE è a disposizione per una sessione di assistenza con un duplice ruolo: da un lato quello informativo, affiancando e guidando l’utente durante diverse transazioni; dall’altro quello esecutivo, attivandosi direttamente tramite comando vocale per alcune operazioni per conto del cliente.

La soluzione accelera l’automatizzazione bancaria ma senza rinunciare all’apporto umano: IOLE, infatti, è in grado di avviare autonomamente e in maniera intelligente una consulenza con l’operatore remoto, qualora la richiesta dell’utente non rientri tra quelle di competenza dell’assistente virtuale. Inoltre, essendo basata su Open API, IOLE è facilmente integrabile con servizi messi a disposizione da service providers terzi per l’esecuzione di pagamenti di diverso tipo (per esempio per l’acquisto di biglietti, viaggi o eventi).

Tra i primi clienti italiani di Bank4Me, fa sapere l'azienda, c'è Banca Carige, che ha attivato 4 sportelli Bank4Me in filiali completamente digitali attive per servizi bancari 24 ore su 24, 7 giorni su 7, riducendo i costi operativi del 38% rispetto alle filiali tradizionali.

“IOLE è il risultato del nostro impegno nello stabilire un nuovo punto di riferimento per le soluzioni banking utili a rispondere alle diverse esigenze delle banche, degli operatori ATM ma soprattutto nei confronti di tutte le tipologie di cliente: Iole è in questo una soluzione inclusiva adatta sia per i più giovani, già abituati a un rapporto uomo/device avanzato, ma anche per le fasce più anziane, che nella consulenza attivata automaticamente da remoto possono individuare un gancio importante di relazione e conseguente fiducia. Questo nuovo assistente virtuale garantisce una migliore customer experience nell'utilizzo della nostra innovativa soluzione Bank4Me all'interno delle filiali, favorendo il nostro obiettivo di fornire alle banche servizi sempre più intelligenti, personalizzati ed efficienti”, commenta Vincenzo Fiore, CEO di Auriga.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Speciale

Veeam On Tour 2022

Webinar

Advanced Cluster Security: come si mette davvero al sicuro il cloud

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter