Italian Project Awards, vince la combinata VEM Sistemi - Panduit - Cisco

VEM Sistemi e Panduit vincono la prima edizione del premio IPA con il progetto MUG – Magazzini Generativi, voluto da Emil Banca Credito Cooperativo

Tecnologie

Va a VEM Sistemi e Panduit la prima edizione del premio IPA (Italian Project Awards), una iniziativa lanciata da G11 Media, complementare agli Italian Channel Awards (ICA), che ha l’obiettivo di premiare il miglior progetto tecnologico italiano realizzato, nei precedenti 12 mesi, dall'ecosistema Canale: vendor, partner di canale, clienti finali. IPA 2021 va al progetto collegato alla realizzazione di MUG – Magazzini Generativi, un hub polivalente e tecnologicamente all’avanguardia voluto fortemente da Emil Banca Credito Cooperativo.

La collaborazione tecnologica tra Panduit come partner tecnologico e VEM Sistemi come Augmented System Integrator ha portato alla realizzazione di un sistema di cablaggio efficace ed efficiente che garantisce alla rete presente in MUG prestazioni di alto livello in estrema sicurezza. Il progetto, che esprime un’interessante interoperabilità, ha restituito a Bologna uno spazio storico che rischiava di restare inutilizzato, trasformandolo in un punto di incontro tra startup, banca e impresa.

Gli Italian Project Awards

Il premio Italian Project Awards vuole far emergere e valorizzare i case study di successo. Valore, professionalità, competenza, collaborazione e partnership sono i pilastri su cui poggia questa nuova iniziativa dedicata all'ecosistema canale. Il valore del canale IT si esprime infatti in tutta la sua essenza nell’indissolubile binomio vendor-partner e nella capacità di realizzare progetti innovativi in modo congiunto, in grado di soddisfare le esigenze del cliente. Un valore fondamentale per tutta la filiera IT, che non sempre è messo in luce ed esaltato nella sua pienezza.Da sinistra: Francesco Sacco, della Giuria di Qualità di IPA2K21, consegna il premio a Gianluca Ghiselli, VEM Sistemi; Vittoria SanPietro, MUG/Emil Banca; Gianmarco Griffini, Panduit

In una prima fase i progetti in valutazione sono stati esaminati dalle redazioni di ChannelCity e ImpresaCity. Dalla valutazione sono usciti i cinque nomi dei candidati entrati nelle Nomination del Premio. Nella seconda fase di selezione, i progetti in nomination sono stati valutati dai componenti della Giuria di Qualità degli Italian Channel Awards, rappresentata da analisti di mercato, visionari, Cio, esperti di sicurezza, Innovation Manager e Accademici, sempre affiancati dalle redazioni di ChannelCity e ImpresaCity.

Il progetto MUG in profondità

Attraverso il progetto MUG, Emil Banca Credito Cooperativo ha realizzato a Bologna un hub d’innovazione composto da ambienti polivalenti altamente tecnologici, postazioni di coworking, sale per meeting e workshop di varie dimensioni, oltre a un auditorium, e alla filiale bancaria del futuro, per la quale VEM Sistemi si è occupata dell’intero comparto tecnologico, dal design alla realizzazione.

MUG di fatto è una casa per le startup, il terzo settore, l’innovazione aperta, i talenti e i portatori di interesse che intendono dare il proprio contributo al cambiamento, facendo impresa e sviluppando idee e progetti ad alto impatto, con una particolare attenzione alla tutela dell’ambiente e delle persone.

Dal monitoraggio e regolazione dei parametri ambientali all’illuminazione connessa alla rete dati, dalla collaboration fino alla videosorveglianza e al controllo degli accessi: in qualità di system integrator, VEM Sistemi ha saputo armonizzare in un’unica piattaforma le numerose funzionalità di asset-management richieste. La scelta del partner tecnologico per la realizzazione di un’infrastruttura fisica di collegamento - già sperimentata in molti altri casi di successo congiunto - è stata realizzata con componenti a marchio Panduit.

Ai componenti Panduit è stata affidata quindi la responsabilità di assicurare il robusto collegamento di telecamere e tornelli, corpi illuminanti PoE (Power Over Ethernet), sensori di precisione, wireless access point e varie periferiche, compresi i diversi apparati di switching, server e storage. Per questo sono state dispiegate diverse decine di chilometri di cavi in rame ed in fibra ottica Panduit, insieme a connettori, patch panel, patch cord, cassetti ottici e molto altro, attraverso i quali sono state collegate le diverse centinaia di punti rete, costituendo così il vitale e duraturo sistema nervoso di MUG.

La rete Cisco-Meraki è lo scheletro digitale abilitatore di tutta la tecnologia di MUG: una rete condivisa da più tipologie di utenti doveva esser intrinsecamente sicura e permettere accessi differenziati per profilo: per questo è stato implementato anche CISCO ISE che consente un approccio dinamico e automatizzato all’applicazione delle policy.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Speciale

Veeam On Tour 2022

Webinar

Advanced Cluster Security: come si mette davvero al sicuro il cloud

Download

Le regole del multicloud

Calendario Tutto

Set 14
ACRONIS - Imposta correttamente la tua strategia di Disaster Recovery
Ott 20
SAP NOW 2022

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter