Duecento milioni per il farmaceutico italiano

Il MiSE stanzia 204 milioni di euro per i progetti presentati da BSP Pharmaceuticals, Gelesis e Sanofi

Trasformazione Digitale

Progetti di ricerca e sviluppo in campo farmaceutico per realizzare prodotti per terapie innovative: è questo il fulcro di uno stanziamento da 204 milioni di euro che il Ministero per lo Sviluppo Economico ha messo in campo per agevolare tre aziende del settore. "L’obiettivo è sostenere gli investimenti nella farmaceutica orientati alla ricerca, sperimentazione e produzione di prodotti altamente innovativi, ambiti nei quali le imprese italiane potranno svolgere un ruolo di prima fila grazie alle loro capacità e competenze”, ha spiegato il Ministro Giancarlo Giorgetti.

Lo stanziamento riguarda in particolare le aziende BSP Pharmaceuticals e Gelesis, che puntano a incrementare la produttività nelle sedi di Latina e Lecce. Un terzo accordo, dedicato all’innovazione, riguarda invece l’azienda Sanofi e il suo stabilimento di Anagni (Frosinone).

Più in dettaglio, BSP Pharmaceuticals punta all’ampliamento del sito produttivo di Latina Scalo e alla realizzazione di due progetti di ricerca industriale per lo sviluppo di biofarmaci oncologici ad azione immunoterapica e citotossica e anticorpi monoclonali ad azione antivirale contro il Covid-19. Gli investimenti ammontano a circa 134 milioni di euro, a sostegno dei quali il Mise mette a disposizione 17,4 milioni di euro, che garantiranno un incremento occupazionale per l’azienda di 382 lavoratori.

Gelesis ha invece pianificato la realizzazione di un nuovo stabilimento produttivo in chiave Smart Manufacturing e un progetto di ricerca, sviluppo e innovazione di nuovi prodotti farmaceutici. Gli investimenti programmati ammontano a circa 43 milioni di euro, a sostegno dei quali il Mise mette a disposizione 20,3 milioni di euro. E’ previsto un incremento occupazionale di 36 lavoratori.

Infine, Sanofi punta alla individuazione ed alla realizzazione di sistemi di produzione prototipali che consentano l’adozione di processi innovativi per la produzione di farmaci in forma liofilizzata. Il progetto, realizzato nello stabilimento di Anagni, prevede un investimento pari a circa 27 milioni di milioni di euro, a sostegno dei quali il Mise mette a disposizione 6,3 milioni di euro. Il progetto poi consentirà di preservare i livelli occupazionali nello stabilimento della provincia di Frosinone e creare nuove opportunità lavorative nell’ambito della filiera.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Red Hat Summit Connect e Open Source Day

Download

La nuova cyber security: cosa ne pensano i CISO italiani

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Calendario Tutto

Feb 16
Commvault Connections on the Road | Milano
Mar 22
IDC Future of Work
Giu 08
MSP DAY 2023 - 8/9 Giugno

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter