Kyndryl e VMware, partnership rafforzata nel segno del multicloud e delle app

L’accordo riguarda anche i servizi di digital workspace, la sicurezza, il networking e l'edge, oltre a prevedere la creazione di un Joint Innovation Lab

Tecnologie Cloud
Il distacco ufficiale da IBM, sancito nei giorni scorsi, mette le ali a Kyndryl. Dopo la partnership a tutto campo con Microsoft, è ora la volta dell’ampliamento dell’accordo strategico con VMware, incentrato sulla modernizzazione delle app e sui servizi multi-cloud.  

L'obiettivo principale dell’ampliamento, si legge in una nota, è quello di accelerare l'IT e la reinvenzione del business per i clienti attraverso la combinazione tra soluzioni VMware e servizi di progettazione, realizzazione e gestione di Kyndryl. Le due aziende mirano anche ad aiutare i clienti ad accelerare la trasformazione digitale costruendo e implementando rapidamente nuove applicazioni più sicure, progettate e costruite per un mondo del lavoro distribuito.

Entrambe nelle fasi di inizio dei rispettivi percorsi da aziende autonome indipendenti, Kyndryl e VMware (che ha come noto completato nei giorni scorso lo spin off da Dell Technologies) condividono una relazione costruita su oltre 20 anni di collaborazione tra VMware e IBM. L'accordo di oggi aggiunge un focus sulla fornitura di soluzioni differenziate per le infrastrutture e la gestione multicloud, i servizi di digital workspace, le applicazioni gestite, la sicurezza, il networking e l'edge.

Nel dettaglio, Kyndryl prevede di lavorare con VMware per espandere i suoi attuali servizi di consulenza, implementazione e gestione multicloud per supportare la piattaforma VMware Tanzu e distribuire i carichi di lavoro vSphere all'infrastruttura VMware multicloud in esecuzione in tutti i cloud pubblici. Inoltre, per promuovere la portata globale e l'impatto della loro collaborazione, Kyndryl e VMware hanno stabilito un allineamento a livello locale, regionale e mondiale delle rispettive capacità, competenze e risorse che faciliteranno la pianificazione, l'investimento e l'esecuzione delle soluzioni.   

Kyndryl e VMware stanno anche sviluppando congiuntamente un Joint Innovation Lab (JIL) per guidare le innovazioni del modello di delivery e raggiungere e servire meglio i clienti. I programmi del JIL si concentreranno ulteriormente sullo sviluppo di soluzioni per la modernizzazione delle app, container, osservabilità e sicurezza con VMware Tanzu, così come delle soluzioni di gestione multicloud. È anche previsto che Kyndryl e VMware ottimizzino la loro collaborazione a sostegno dei servizi VMware Cross-Cloud per fornire servizi e supporto per infrastrutture e applicazioni ai clienti, indipendentemente dagli ambienti cloud provider sottostanti.

"Nell’intraprendere questo viaggio con VMware intendiamo sfruttare una storia ricca e produttiva di architetture di soluzioni congiunte, progetti comuni e relazioni profonde, fornendo ai clienti le soluzioni, i servizi e il supporto di cui hanno bisogno per raggiungere i loro obiettivi di trasformazione", commenta Stephen Leonard, global alliances and partnerships leader di Kyndryl. "Attraverso questa partnership, Kyndryl e VMware aiuteranno le aziende a progettare e distribuire carichi di lavoro mission-critical che possono modernizzare le loro applicazioni e le operazioni per raccogliere i benefici del cloud e del multicloud". 

"Il multicloud è il modello di business digitale per i prossimi 20 anni. Con un'organizzazione media che esegue centinaia di applicazioni su molti cloud diversi, i clienti hanno bisogno di soluzioni e partner strategici che consentano loro di essere il più possibile agili e resilienti. Questa è la forza della partnership tra VMware e Kyndryl", sottolinea Susan Nash, senior vice president, strategic corporate alliances di VMware. "Kyndryl è un partner strategico che apporta soluzioni, capacità, competenze ed esperienza di livello mondiale ai clienti comuni alle due aziende. Insieme, permetteremo ai clienti di realizzare percorsi più intelligenti verso il cloud, l'edge e la modernizzazione delle app, di fornire autonomia agli sviluppatori e di abilitare una forza lavoro distribuita più sicura."
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Red Hat Summit Connect

Speciale

Per una IT sostenibile

Speciale

Osservatorio Innovazione e Rilancio

Webinar

Dall’endpoint protection al servizio gestito: come evolve la cybersecurity

Webinar

Cloud ad alta velocità: la base della vera Trasformazione Digitale

Calendario Tutto

Dic 14
#LetsTalkIoT - IoT standards, regulations and best practices

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori