Hewlett Packard Enterprise, il nuovo lavoro è ibrido

Con il progetto Edge-to-Office, la flessibilità tra casa e ufficio è al centro della nuova modalità di lavoro in HPE, che capitalizza sull’esperienza del distanziamento sociale forzato

Trasformazione Digitale
È l’ora di un nuovo stile di lavoro ibrido, dove i confini fisici diventano liquidi, tra casa e ufficio, in presenza e da remoto. Hewlett Packard Enterprise si candida a diventare un apripista della nuova normalità post-pandemia, capitalizzando l’esperienza del distanziamento sociale forzato e sviluppando una nuova modalità di collaborazione più adatta ai tempi attuali, basata sulla propria cultura e identità aziendale. È questa l’ambizione dichiarata di Edge-to-Office, iniziativa attraverso la quale HPE rinnova e reimmagina l’esperienza lavorativa, adottando un modello ibrido e flessibile, in grado di adattarsi alle diverse esigenze personali e professionali. 

Il dipendente, evidenzia una nota, non si reca più giornalmente negli uffici, ma stabilisce in autonomia da dove svolgere le proprie attività, grazie a una cultura consolidata basata sulla fiducia reciproca, sulla responsabilizzazione individuale, sul lavoro per obiettivi e sul senso di appartenenza che è parte del DNA di Hewlett Packard Enterprise. Il tutto reso possibile grazie alla dotazione tecnologica messa a disposizione di tutti i dipendenti, a cui si aggiunge un contributo economico dedicato per consentire una miglior organizzazione del proprio spazio di lavoro, confortevole e sicuro al tempo stesso. 

telelavoro 6
Gli spazi fisici vengono ripensati e trasformati in veri e propri “centri di socializzazione e collaborazione", che, adattandosi a un modello più flessibile, vedono ridursi il numero di persone presenti e le ore trascorse in sede in modo definito ogni giorno, in funzione delle esigenze lavorative e delle iniziative aziendali. Nel nuovo modo di lavorare, è importante promuovere l’attenzione al proprio benessere fisico e mentale. Sono previste sessioni di attività fisica durante l’orario di lavoro dedicate ai dipendenti e alle loro famiglie. Attraverso l’“Employee Assistance Program”, Hewlett Packard Enterprise fornisce un servizio riservato di supporto e di counseling disponibili gratuitamente a tutto il personale, famiglie incluse. 

Con il programma di formazione e sviluppo, Hewlett Packard Enterprise sostiene la creazione e il rafforzamento delle competenze necessarie in un contesto ibrido virtuale-fisico, ripensando i modelli di collaborazione remota, di motivazione della squadra e di facilitazione delle relazioni interpersonali a distanza. Proponendo un percorso finalizzato a potenziare le capacità comunicative e di coinvolgimento dell’interlocutore remoto, Hewlett Packard Enterprise investe sulle competenze per un’efficace gestione delle relazioni con i clienti, i collaboratori e all’interno delle squadre di lavoro. Non solo: per agevolare le relazioni, un calendario di “engagement” sostiene, con attività da svolgersi virtualmente, il senso di vicinanza e appartenenza, uno degli elementi cardine della cultura e dei valori distintivi di HPE.

hpe stefano venturiStefano Venturi, Presidente e AD di HPE Italia

L’iniziativa Edge-to-Office rappresenta una naturale evoluzione della nostra cultura aziendale, che mette al centro l’attenzione per il benessere delle nostre persone, elemento imprescindibile anche per poter garantire il meglio ai nostri clienti. Ed è proprio grazie alla cultura e ai valori distintivi della nostra azienda che da sempre i nostri dipendenti possono svolgere la propria attività in modo flessibile, lavorando per obiettivi, con un forte senso di responsabilità, fiducia e orientamento ai risultati, il tutto abilitato e favorito da tecnologia e organizzazione del lavoro. Da sempre siamo consapevoli dei vantaggi del lavoro da remoto, come dimostra il fatto che, già prima della pandemia, circa il 60% di noi lavorava abitualmente fuori dagli uffici. A questo si aggiungono le molteplici occasioni in cui abbiamo messo le nostre tecnologie e le nostre competenze al servizio dei clienti per aiutarli ad accrescere la produttività dei propri dipendenti, garantire la loro sicurezza e un'esperienza di lavoro più coinvolgente e appagante”, sottolinea Stefano Venturi, Presidente e AD di Hewlett Packard Enterprise Italia. Con Edge-to-Office facciamo però un ulteriore passo in avanti, adottiamo su una scala ancora più ampia un modello di lavoro ibrido, e lo facciamo assicurandoci che tutti possano trarre il massimo dalla nuova organizzazione”.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori