Microsoft, la ripresa passa dal digitale

Il piano Ambizione Italia #DigitalRestart rilancia con nuove collaborazioni e con l’obiettivo di formare sulle competenze digitali 3 milioni di persone entro il 2023

Trasformazione Digitale Mercato e Lavoro
Nel nuovo contesto creato dalla pandemia in atto da un anno a questa parte, “è chiaro a tutti che la ripresa passa dal digitale: la disponibilità di tecnologie e le competenze nei processi digitali sono fondamentali per far sì che le aziende possano ripartire”, esordisce Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, nell’introdurre questa mattina il Microsoft Skilling Day, appuntamento virtuale dedicato alle iniziative di Microsoft Italia e dei suoi partner a supporto della diffusione di competenze digitali.  

La sfida delle competenze

Ma è proprio l’accelerazione della digitalizzazione determinata dalla pandemia a porre sfide sempre più forti sulle competenze delle persone: se il digitale sarà sempre più strategico per una nuova fase di sviluppo, generando straordinarie opportunità, farà anche emergere con evidenza la necessità di nuove competenze a tutti i livelli, da quelle di base per continuare a lavorare in scenari remoti a quelle più avanzate per gestire nuove opportunità di business legate alle nuove tecnologie e nuovi modelli di lavoro.  
ms 2Silvia Candiani, AD di Microsoft Italia, presenta i dati sull'occupazione in Italia
Del resto, il mercato del lavoro vive da tempo una situazione in qualche modo paradossale: “da un lato abbiamo un’importante richiesta da parte delle aziende di professionisti qualificati, e dall’altro lato il nostro tasso di disoccupazione resta tra i più alti in Europa. È stato calcolato per esempio che nel 2024 serviranno 1,5 milioni di specialisti ICT mentre nei prossimi cinque anni, 2,7 milioni di posti di lavoro richiederanno nuove competenze, di cui oltre il 50% saranno skill digitali. La formazione nel digitale è quindi la chiave per tornare a crescere e a essere competitivi. Con il piano Ambizione Italia #DigitalRestart vogliamo fare la nostra parte, ma serve unire le forze tra privato, pubblico e l’intero ecosistema”, prosegue Silvia Candiani.  

Obiettivi rinnovati

È quindi in questo quadro che si inserisce il piano Ambizione Italia #DigitalRestart che, oltre alla realizzazione della prima Region data center di Microsoft in Italia e iniziative rivolte alle aziende per promuovere nuovi modelli di business digitali, prevede un focus importante sulla formazione, con training e percorsi di aggiornamento per giovani e professionisti già affermati.  

A poco meno di un anno di distanza dal lancio del piano, avvenuto a maggio scorso in pieno lockdown, la numero uno di Microsoft Italia non nasconde la soddisfazione di aver superato di slancio gli obiettivi iniziali. “Ci eravamo prefissi di formare sulle competenze digitali circa mezzo milioni di persone all’anno, per un milione e mezzo di persone in totale nell’arco di tre anni”, sottolinea Silvia Candiani, raccontando che “in realtà nell'ultimo anno siamo riusciti a formare un milione di persone, che è il doppio di quello che pensavamo di poter fare: è anche per questo che abbiamo alzato il nostro obiettivo, portandolo a 3 milioni di persone formate nell’arco di tre anni”.  

Non solo: “onestamente pensiamo di poter fare anche meglio di questo ulteriore obiettivo”, anticipa Silvia Candiani, ponendo però la condizione che vi sia la collaborazione di tutto l’ecosistema, ovvero il mondo della tecnologia ma “anche i nostri Partner, la Scuola, l'Università, le aziende e il Settore Pubblico, perché se si ragiona in termini di ecosistema si può procedere più rapidamente verso gli obiettivi”. 

ms 3Silvia Candiani illustra i nuovi obiettivi #DigitalRestart

Nuove iniziative

Le testimonianze e gli esempi succedutisi nel corso dell’evento Skilling Day hanno quindi dato concretezza alle ambizioni rinnovate di Microsoft Italia, anche tramite le nuove partnership illustrate nell’occasione. Si parte da Ambizione Italia per i Giovani, un percorso di formazione insieme a Fondazione Mondo Digitale che coinvolge gli attori sul territorio che si occupano di formazione ed erogazione di percorsi sulle nuove competenze all’interno dei contesti metropolitani.  

Inoltre, dopo una prima sperimentazione del programma formativo che ha coinvolto la Rete dei Centri di Orientamento al Lavoro (COL) di Roma Capitale, il progetto verrà avviato con modalità specifiche anche alla città di Bari con il coinvolgimento di Portafuturo, il job center del Comune di Bari, e a Palermo. Il programma si rivolge in prima istanza agli operatori dei Centri, che ricevono una formazione sull’uso consapevole degli strumenti digitali per l’orientamento, la ricerca di lavoro e l’auto-promozione degli utenti, anche a distanza. Successivamente, una formazione modulata su differenti profili d’utenza, in modo da intercettare i diversi bisogni, come colmare lacune o potenziare le capacità, e rispondere con percorsi specifici.

Grazie alla collaborazione con Anpal, il progetto Ambizione Italia per i Giovani si rivolge anche ai Neet del piano Garanzia Giovani per formare figure specializzate nella digitalizzazione delle PMI. L’obiettivo è quello di offrire a ragazze e ragazzi tra i 14 e i 29 anni un’opportunità di formazione specifica sulle nuove tecnologie fondamentali per la ripartenza post pandemia delle imprese italiane. 

È da ricordare, come illustrato a maggio scorso, che le iniziative nella formazione fanno parte di uno sforzo globale, la Global Skilling Initiative, reso possibile grazie alla sinergia con LinkedIn e GitHub (di proprietà come noto della stessa Microsoft), pensato per rispondere alla crisi economica globale causata dalla pandemia. L’idea è quella di promuovere una serie di iniziative e strumenti che coinvolgono chi è interessato ad aggiornare e riqualificare le proprie competenze. Attraverso questo piano, dal momento del lancio a giugno 2020, oltre 30 milioni di persone nel mondo e più di 350.000 in Italia hanno acquisito competenze digitali: il successo del programma prosegue con nuove iniziative lanciate proprio durante l’evento Skilling Day.  

ms 0

Il ruolo dei Partner

Infine, parte integrante del piano #DigitalRestart sono le Academy con i partner Microsoft, ovvero dei veri e propri corsi di formazione e percorsi per ottenere certificazioni sulle soluzioni Microsoft, attivati con i partner su tutto il territorio italiano. Obiettivo delle Academy è l’aggiornamento e la riqualificazione dei professionisti in chiave digitale, oltre all’offerta di competenze digitali per neo diplomati e neo laureati. A oggi sono 145 le Academy che Microsoft ha avviato raggiungendo un totale di 6.000 persone.

Tra queste, Experis Academy che contribuisce alla formazione di profili specializzati nel settore ICT, attraverso master e corsi finanziati sui trend digitali come Cyber Security e Cloud Computing. In questa direzione, Microsoft Italia, Experis e Fondazione Mondo Digitale uniscono le forze e annunciano una nuova collaborazione per accompagnare i neodiplomati e talenti fragili, ovvero studenti talentuosi che per ragioni economiche o particolari condizioni sociali non proseguono gli studi, in percorsi di formazione digitale e li supporta nel processo di selezione per Experis Academy, attraverso corsi preparatori.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori