Pat Gelsinger è il nuovo CEO di Intel

Pat Gelsinger, CEO simbolo della crescita di VMware, prenderà tra un mese il posto di Bob Swan

Trasformazione Digitale
Dal prossimo 15 febbraio Pat Gelsinger sarà il nuovo CEO di Intel. Prenderà il posto di Bob Swan, che a sua volta aveva assunto quel ruolo dopo le (veloci) dimissioni di Brian Krzanich. Gelsinger ha legato il suo nome soprattutto alla crescita di VMware. Ma in realtà ha iniziato la sua carriera proprio in Intel, dove ha ricoperto diversi ruoli.

Pat Gelsinger secondo Intel è il nome giusto per affrontare "un periodo di transizione critico" della società. Proprio per le sue capacità sia operative sia legate alle competenze tecniche. Questa trasversalità viene giudicata chiave per aiutare Intel ad evolvere da una "CPU company" a un'azienda focalizzata su vari tipi di processori e di architetture. L'obiettivo è tornare ad essere la società simbolo del computing. O, nelle parole di Gelsinger stesso, "continuare a delineare il futuro della tecnologia".

Pat Gelsinger è stato CEO di VMware dal 2012, guidando una trasformazione simile. Da software house quasi di nicchia a uno dei nomi chiave del cloud computing infrastrutturale. In precedenza era stato in EMC e RSA. Ma aveva anche passato una trentina di anni in Intel, diventandone il primo CTO.
chip 2Si conclude così per Intel il periodo di "interregno" di Bob Swan, durato circa due anni. L'impressione del mercato è sempre stata che Swan, di formazione non tecnologica, avesse assunto il ruolo di CEO per mettere ordine nelle varie diramazioni di sviluppo che Intel nel tempo aveva affiancato. Porre al comando una figura "gestionale" doveva aiutare Intel ad essere più vicina alle esigenze dei clienti e meno guidata dalla pura tecnologia. E con qualche, all'epoca, problema di "execution" che non le permetteva di mettere a terra le potenzialità tecnologiche.

Difficile dire se i due anni di Swan abbiano messo davvero a posto le cose in casa Intel. Anche perché lo scenario è tecnologicamente molto cambiato, in poco tempo. C'è più concorrenza a vari livelli, dal PC al supercomputing, per la crescita di AMD. E c'è maggiore apertura verso architetture non-x86 per il forte sviluppo del mondo ARM. Dal mobile ai server passando per i PC. Sta anche cambiando il modello stesso del computing, con le CPU sempre più affiancate da altri chip dedicati a compiti specifici. In VMware questo sviluppo era ben chiaro, tra l'altro, e concretizzato negli sviluppi di Project Monterey.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori