Mercato PC in salute nel dopo lockdown

La ripresa delle supply chain spinge il mercato PC, che ora può soddisfare una forte domanda latente

Trasformazione Digitale
Nonostante le previsioni negative, man mano confermate dai fatti, sull'andamento del mercato IT in generale, ci sono alcuni suoi comparti che stanno facendo registrare segnali positivi. Questo vale in particolare per il mercato PC. Spinto dalla domanda di prodotti da parte di chi deve lavorare da casa o deve seguire programmi di formazione a distanza. La domanda nasce quindi dall'utenza sia professionale sia consumer.

Tanto che, secondo IDC, nel secondo trimestre 2020 il mercato PC nel suo complesso è cresciuto del 11,2% anno su anno. Gartner è più conservativa e fissa la crescita al 2,8%. Diversi anche i volumi di vendita. Che si attestano a 72,2 milioni di unità per IDC ed a 64,8 per Gartner

La domanda di PC è in realtà solida sin dalle prime fasi della pandemia Covid-19. Era rimasta latente perché proprio la pandemia e i lockdown delle varie nazioni avevano bloccato, o quantomeno rallentato, tutta la supply chain legata alla produzione e alla distribuzione di PC. Nel corso del secondo trimestre le varie supply chain hanno potuto tornare a una minima normalità. E questo ha permesso a vendor, distributori e retailer di soddisfare la domanda.
gartner pc 2q20Questa riguarda in particolare i notebook. Anche se in particolare Gartner fa notare che si tratta di una domanda che non dovrebbe prolungarsi molto in avanti. Comunque non oltre il 2020. Per IDC il mercato PC dovrebbe restare in crescita fino al prossimo luglio. Dopo potrebbe sentirsi il peso della recessione generalizzata. Tenendo anche conto del fatto che le piccole-medie imprese non stanno investendo sensibilmente. Probabilmente perché, rispetto alle grandi aziende, hanno partecipato meno all'esplosione del remote/smart working.

Sia IDC sia Gartner sottolineano che la crescita del mercato PC è stata particolarmente forte nella regione EMEA. IDC parla di una "forte crescita a doppia cifra". Gartner la stima al 20%, il tasso trimestrale maggiore da dieci anni a questa parte. Derivante in misura netta dalle richieste di remote working e formazioni/scuola online.

In quanto a vendor, Gartner e IDC presentano la stessa Top 5. Ma con un ordine di classifica leggermente diverso. Per IDC primeggia HP, tallonata da Lenovo e seguita nell'ordine da Dell, Apple, Acer. Per Gartner invece guida Lenovo con HP immediatamente dietro. Le altre posizioni sono le stesse.
idc pc 2q20
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori