Commvault, nuove opportunità per migrare rapidamente al cloud

Arrivano funzionalità per accelerare il cloud per le funzionalità di backup, ripristino e migrazione dei workload in ambienti on-premise e multicloud

Trasformazione Digitale Cloud
Arrivano nuove funzionalità per Commvault, nella direzione di un aumento in flessibilità e semplicità nella protezione, controllo, gestione e utilizzo dei dati in ambienti multicloud, anche alla luce del fatto che oggi che le aziende spostano un numero sempre più elevato di workload nel cloud e privilegiano la possibilità di migrare e gestire i dati su un’ampia gamma di piattaforme cloud

Tra le novità, il nuovo supporto per backup e recovery dei database AWS, la migrazione dei database di Oracle e MS SQL su differenti cloud come AWS, Microsoft Azure e Alibaba Cloud Elastic Compute Service (ECS), oltre all’integrazione con ServiceNow

Più in dettaglio, con l'annuncio di oggi, Commvault ha ampliato le sue capacità cloud permettendo tra l’altro di abilitare il backup, il ripristino e la migrazione dei database AWS DynamoDB, Redshift e DocumentDB, e di convertire, effettuare il backup e la migrazione dei workload VMware su Alibaba Cloud ECS per incrementare la flessibilità degli ambienti multicloud ibridi, oltre che di supportare la migrazione delle applicazioni database di Oracle e Microsoft SQL verso Microsoft Azure, ampliando la capacità di integrazione dei servizi cloud Azure negli ambienti ibridi.  

Non solo: è anche possibile integrare in modo più robusto la piattaforma ServiceNow per consentire il self-service, consentendo ai client di effettuare backup, recovery e migrazione di file system, macchine virtuali, workload Microsoft SQL Server e altri asset ServiceNow all’interno della piattaforma SaaS ServiceNow, e infine viene offerta la possibilità di convertire in modo rapido database Oracle Unix in Linux e viceversa. Questa nuova funzionalità semplifica la migrazione dei database Oracle on-premise al cloud o quelli cloud Linux Oracle verso infrastrutture on-premise, senza alcuna necessità di una licenza enterprise Oracle.  

In questo momento di cambiamento, è fondamentale che le aziende abbiano la massima flessibilità nella gestione dei loro dati, motivo per cui il cloud ricopre un ruolo fondamentale,” sottolinea Ranga Rajagopalan, Vice President of Product Management di Commvault. “Queste nuove funzionalità rendono più semplice lo spostamento dei workload nel cloud e offrono maggiore flessibilità per la gestione e la protezione dei dati, ovunque risiedano.”
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

webinar

Sicurezza, privacy, edge e cloud: come gestirli al meglio per ripartire con successo. #DataSecurity, la diretta streaming

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori