Logo ImpresaCity.it

Zucchetti, superato il traguardo dei 7 milioni di cedolini in un mese

In Italia, il 40 per cento delle paghe del settore privato viene elaborato dal software made in Lodi

Ogni mese sono 7 milioni. Ovvero il 40 per cento di un totale che in Italia ammonta a esattamente 17.640.000 cedolini. Si tratta delle paghe del settore privato, ambito nel quale Zucchetti ha fatto sapere di aver superato tale quota, riconfermandosi numero uno in Italia anche in questo ambito. Le soluzioni della software house lodigiana per la gestione delle Paghe e delle Presenze sono infatti presenti in aziende, studi professionali, associazioni di categoria e outsourcer, e generano ogni mese più di sette milioni di cedolini paga. 

Si tratta di una leadership che continua da oltre 20 anni, sostenuta anche dall’espansione del Gruppo Zucchetti nel mercato software per la Gestione del Personale, con soluzioni sempre più innovative: dalle paghe alla rilevazione delle presenze, dal budget del personale al talent management e al welfare, dalla sicurezza sul lavoro alle note spese e trasferte fino alle soluzioni mobile e ad altri numerosi moduli per una gestione completa delle risorse umane. 

La leadership del gruppo lodigiano nel mercato delle soluzioni per la gestione del personale è dovuto anche agli investimenti effettuati per sviluppare due piattaforme ben distinte: l’una dedicata al mercato delle PMI, professionisti ed associazioni di categoria e l’altra specifica per il mercato delle imprese di maggiori dimensioni. Si tratta di soluzioni totalmente integrate e complete di tutti i moduli necessari, in modo tale che sia necessario rivolgersi a un unico fornitore per tutte le esigenze di carattere amministrativo e organizzativo.  

La centralità del cliente e la capacità di modulare le soluzioni sulle sue esigenze sono sempre state le chiavi del nostro successo” commenta Delia Pedrazzetti, responsabile dello sviluppo dei software Paghe di Zucchetti. “Il traguardo dei 7 milioni di cedolini in Italia elaborati con le nostre soluzioni è significativo, ma ci sprona allo stesso tempo a diventare sempre più un player internazionale, perché con le nostre soluzioni HR siamo pronti a competere anche all’estero”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 30/07/2018

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito