Logo ImpresaCity.it

CA porta il mainframe verso DevOps, grazie al cloud IBM

La nuova piattaforma Brightsde abilita il mainframe a modelli di sviluppo moderni, grazie anche alla partnership con IBM

Autore: Redazione Impresacity

I grandi utenti mainframe non vogliono certo abbandonare la loro storica piattaforma ma sono sempre alla ricerca di strumenti che consentano di aprirla a modelli più moderni di sviluppo e fruizione dell'IT. Uno è certamente il cloud ed è per questo che lo scorso anno IBM ha lanciato zCloud (tecnicamente IBM Cloud Managed Services on z Systems), una offerta di mainframe-as-a-Service che può essere usata per estendere al cloud i workload dei propri mainframe.

Ora la "storica" collaborazione tra CA Technologies e IBM dà un valore in più a zCloud: i suoi utenti possono usare alcuni nuovi servizi per lo sviluppo DevOps e l'ottimizzazione degli ambienti mainframe.

L'annuncio più importante riguarda CA Brightside, un framework e un insieme di API tramite cui diventa possibile sviluppare applicazioni mainframe usando un PC che dialoga con l'ambiente z/OS di destinazione. Il vantaggio di questa separazione è che lo sviluppatore ha a disposizione su PC tutti i tool che normalmente userebbe in logica DevOps: dai principali IDE come Visual Studio ai più semplici editor, sino a piattaforme di CI/CD come Jenkins.

Il cuore di Brightside è comunque una interfaccia a linea di comando da cui si possono scambiare con z/OS comandi console, job, file e dataset. La CLI di Brightside è inoltre automatizzabile con script in vari linguaggi.

Oltre a Brightside, gli utenti di zCloud hanno ora a disposizione anche altri tool di CA: Service Virtualization per il test e la modifica delle applicazioni attive, Mainframe Operational Intelligence per il loro monitoraggio e Data Content Discovery per una gestione centralizzata dei dati personali su mainframe in ottica compliance.
Pubblicato il: 07/06/2018

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud