▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

PNRR: il salto al cloud inizia coi numeri giusti

La soglia minima delle Amministrazioni locali pronte a passare al cloud è stata raggiunta. Ora c'è da passare dalle intenzioni alla pratica.

Trasformazione Digitale

Proprio nei giorni in cui si fa più "caldo" il dibattito politico su come vengono utilizzati i fondi del PNRR, il Dipartimento per la Trasformazione Digitale segnala che almeno per quanto riguarda il salto al cloud degli enti locali (Scuole, Comuni e ASL) ci siamo: il traguardo europeo fissato dal Piano Nazionale è stato raggiunto.

Sono oltre 14 mila, infatti, le amministrazioni locali italiane che hanno aderito ai vari Avvisi pubblici per la migrazione al cloud promossi dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

"Sono oltre l’80%, invece del previsto 75%, le amministrazioni locali che nel nostro Paese hanno detto sì al cloud, presentando un piano di migrazione. Si tratta di un passo avanti fondamentale che permetterà di offrire servizi digitali ancora più moderni e affidabili, migliorando la vita di cittadini e imprese", ha commentato Alessio Butti, Sottosegretario di Stato con delega all’Innovazione tecnologica.

In particolare, il 90% dei Comuni e l’80% delle Scuole ha richiesto i finanziamenti per migrare i propri applicativi in cloud sulla piattaforma PA digitale 2026, spiega il Dipartimento. Numeri definiti "importanti" e frutto della collaborazione tra il Dipartimento per la Trasformazione Digitale e i vari attori istituzionali coinvolti, dagli Amministratori locali sino ai Ministeri e all’ANCI.

Ora c'è da passare dalle intenzioni - ossia la presentazione dei piani di migrazione - alla pratica, cioè la migrazione vera e propria di siti e servizi al cloud. Il tempo c'è, ma non tantissimo. Il prossimo step è l'effettivo salto al cloud di almeno quattromila enti, quindi un po' meno di un terzo di quelli che hanno presentato i piani di migrazione. Queste evoluzioni tecnologiche dovranno essere state completate entro il terzo trimestre dell'anno prossimo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter