NTT, nell’incertezza attuale il cloud è essenziale per fare business

L'Hybrid Cloud Report 2021 rivela anche la crescente importanza del cloud ibrido, con 3 aziende su 5 che già lo utilizzano o lo stanno testando

Cloud
Sono interessanti le risultanze del nuovo Hybrid Cloud Report 2021 di NTT, che sottolinea l'esigenza di acquisire una maggiore agilità aziendale e il ruolo dell'hybrid nell'aiutare le organizzazioni a raggiungere questo obiettivo.   

Realizzato sulla base di un'indagine condotta su 950 decision maker in 13 Paesi, il Report ha evidenziato una crescente fiducia nella tecnologia e ha messo in evidenza alcuni dati fondamentali, come il fatto che per l'89,5% delle aziende (il 90,7% in Europa) la pandemia ha spinto la propria organizzazione ad affidarsi alla tecnologia come mai prima d'ora, o che i benefici del cloud ibrido siano già evidenti, con il 60,9% (il 62,2% in Europa) delle aziende che, a livello globale, stanno già utilizzando o testando l'hybrid cloud, mentre un ulteriore 32,7% (31,5% in Europa) degli intervistati prevede di implementare una soluzione ibrida entro 12-24 mesi. 

ntt
In un periodo così incerto, le aziende guardano al cloud ibrido per aumentare l'efficienza dei costi e guidare le prestazioni dell'organizzazione: il report mostra che un costo totale delle operazioni IT più efficiente è il driver predominante (41,3%; 44,5% in Europa) dell'adozione dell'hybrid cloud, soprattutto se si considera il passaggio a un modello di forza lavoro distribuita per il quale le aziende devono ora accedere a dati e applicazioni con modalità nuove, diverse e spesso complesse.   

Oltre a ciò, l'uso del cloud ibrido sta aiutando circa un terzo delle aziende (32,8%; 30,7% in Europa) a migliorare la velocità di implementazione delle applicazioni e dei servizi per creare efficienze operative. Le aziende devono però implementare l'hybrid cloud in modo tale da poter ottimizzare gli ambienti per massimizzare le efficienze. Lo dimostra il fatto che metà delle organizzazioni (52,7%; 51% in Europa) sostiene fortemente come sia essenziale affidarsi a esperti come i managed cloud provider. 

La collaborazione anche con esperti esterni offrirà alle organizzazioni le adeguate conoscenze e competenze per implementare il proprio ambiente di hybrid cloud per raggiungere l'agilità desiderata. In risposta alle tipologie di partner a cui le aziende ricorrono, il 72,1% (il 72,8% in Europa) ha dichiarato di avvalersi della collaborazione di systems integrator, mentre il 58,2% (il 59,4% in Europa) ha ingaggiato consulenti specializzati nella sicurezza delle informazioni o MSSP (Managed Security Service Provider), sottolineando così l'importanza della sicurezza per le implementazioni cloud. 

"Mentre le aziende cercano di ingegnarsi per questo nuovo anno, devono considerare gli ambienti di hybrid cloud ottimizzati per offrire agilità e sicurezza, supportati dalla giusta architettura di rete e, al tempo stesso, in grado di soddisfare i requisiti di conformità. Tutto ciò costituisce la base per garantire il successo delle iniziative cloud e abiliterà le aziende a resistere e affrontare qualsiasi forma di imprevisto che si presenti", commenta Rob Lopez, Executive Vice President, Intelligent Infrastructure di NTT Ltd.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori