Manhattan Associates: il successo del SaaS e l'accordo con L'Oréal

Nel keynote di apertura dell'evento Exchange Connect di Manhattan Associates, il Senior Vice President EMEA Henri Seroux celebra il successo delle soluzioni business critial cloud-native dell'azienda e annuncia un nuovo cliente prestigioso: L'Oréal.

Trasformazione Digitale Cloud
Manhattan Associates festeggia il successo delle sue soluzioni per retail e supply chain, anche in un periodo, come quello della pandemia, di cui "nessuno avrebbe potuto prevedere i rapidi cambiamenti" che si sono verificati. A dirlo è stato Henri Seroux, Senior Vice President EMEA, nel corso del tradizionale evento annuale Exchange Connect che per la prima volta si è tenuto via web.

Nonostante le difficoltà, sono stati molti i clienti acquisiti che hanno partecipato per riportare la propria esperienza positiva con le applicazioni business critical cloud native di Manhattan Associates, come il sistema nativo in cloud per la gestione del magazzino Active Warehouse Management

Si tratta di una soluzione globale, scalabile e agile basata su SaaS, ed è il primo sistema al mondo per la gestione del magazzino di classe enterprise nativo in cloud, in grado di unificare ogni aspetto della distribuzione e che non necessita di aggiornamenti. Le soluzioni della suite cloud Manhattan Active Solutions, progettate interamente a partire da microservizi, costituiscono un nuovo livello di velocità, adattabilità e facilità d'uso.

manhattan
L'azienda è presente in 26 Paesi e ha supportato aziende come DHL nel difficile compito di proseguire le consegne globali in tempi di COVID-19. La pandemia ha messo alla prova le soluzioni nel mondo ominicanale e l'ottimizzazione della logistica, ma come ha confermato Paolo Azzali, VP IT WMS Centre of Excellence di DHL Supply Chain, "grazie al supporto di Manhattan Associates siamo riusciti non solo a consolidare il network, ma anche ad aumentare il know-how". Proprio la natura cloud dei prodotti Manhattan Associates ha consentito di "avere dati in tempo reale su cosa succede nei vari Paesi […] che è stato fondamentale per adattarci al cambiamento".

L'Oréal nuovo cliente


L'entusiasmo è condiviso anche da un nuovo cliente acquisito: L'Oréal. Francisco Garcia Fornaro, Global VP Supply Chain dell'azienda di bellezza, ha ricordato il ruolo nevralgico della rete globale di centri di elaborazione ordini dell'azienda, che "fa sì che i prodotti giusti raggiungano i consumatori al momento giusto, con il minor impatto possibile sull’ambiente".

Anche in questo caso l'obiettivo è stato raggiunto con l'adozione di Manhattan Active Warehouse Management, definita "una soluzione che migliorerà la nostra agilità attraverso la digitalizzazione, l’efficienza e la produttività dei nostri centri di distribuzione".

Il completo sviluppo a livello mondiale nei centri di distribuzione di L'Oréal è previsto per la fine del 2023. Il previsto lancio mondiale inizia con l'Europa, dove il team di servizi di Manhattan fornirà l'implementazione su larga scala, mostrando la capacità end-to-end che questa soluzione può offrire a marchi multinazionali leader del settore come L'Oréal".

Seroux si è detto "entusiasta di aver superato il rigoroso processo di selezione globale e di essere in grado di portare l'innovazione, la scalabilità e l'agilità della nostra soluzione cloud-nativa Manhattan Active Warehouse Management alla rete globale della supply chain di L'Oréal".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori