Gartner, 8 mosse da Cio per la sopravvivenza finanziaria aziendale

Le imprese che non reagiscono oggi, rischiano di non sopravvivere a questa ‘disruption’ o comunque di accumulare ritardi nella fase di recupero. Otto consigli di Gartner ai Cio per supportare le aziende nel riuscire a mantenere le entrate e i flussi di cassa, continuando a essere innovativi dal punto di vista tecnologico

Trasformazione Digitale
Le implicazioni dell’emergenza Covid-19 stanno influenzando inevitabilmente anche il comparto IT.
In questo senso, Gartner suggerisce otto mosse ai Cio per proteggere o comunque ‘mettere in quarantena’ il flusso di cassa delle componenti IT durante la pandemia di coronavirus.  
"La sopravvivenza, non la crescita, sarà la priorità per i manager nel 2020 e dipenderà dalla capacità di mantenere le entrate e i flussi di cassa, continuando a essere innovativi dal punto di vista tecnologico", afferma Stewart Buchanan, VP della ricerca, Gartner. "Le imprese che non reagiscono oggi, rischiano di non sopravvivere a questa ‘disruption’ o comunque di accumulare ritardi nella fase di recupero".  
Gartner, un decalogo per le aziende alle prese con l'emergenza Covid-19 - Le aziende devono costruire e migliorare la resilienza attuale in tutte le linee di business, tecnologia e operazionali, lavorando per ottenere miglioramenti continui. I dieci passaggi suggeriti dall’analista di mercato per essere preparati ad affrontare le discontinuità attuali e future

Ecco le 8 azioni suggerite da Gartner che i CIO dovrebbero mettere in atto:  
- ‘Mettere in attesa’ le spese non essenziali
I Cio dovrebbero stabilire immediatamente quali voci della loro spesa corrente possono essere rinviate, eliminate o modificate. L'attenzione dovrebbe focalizzarsi sulla spesa non ancora sostenuta o ‘commissionata’, e non su quella non essenziale/discrezionale e di natura variabile.  

Anticipare gli incrementi della spesa
Molte organizzazioni per modificare un modello lavorativo che prevede il passaggio dall’utilizzo di uffici con infrastrutture, reti e desktop fissi, allo smart working devono incrementare le spese e per farlo potrebbero fare ricorso ai finanziamenti previsti per la dotazione di laptop, monitor e dispositivi mobili, software, VPN e hardware e costi di comunicazione a consumo - sia voce che dati. I Cio devono anticipare e pianificare l'incremento dei costi, che in molte organizzazioni impatterà sul budget IT; nel farlo devono confrontarsi con i Ceo aziendali e con i Cfo per garantire che i costi possano essere coperti, e dove possibile che la spesa sia ridotta", spiega Buchanan. “I Cio dovrebbero valutare attentamente la loro base di costi e le varie voci che la costituiscono in modo da poter anticipare i picchi - gli incrementi e i cali, mettendo in atto mosse correttive laddove necessario.” 

- Ridurre i tassi di spesa correnti

I CIO devono collaborare con l'azienda per ridefinire i requisiti e stabilire i livelli di spesa ragionevolmente possibili. Le spese e le azioni dovrebbero essere classificate in tre gruppi:
  • Can/Must: identificare i vendor/supplier e i pagamenti che possono essere interrotti, riinviati o ritardati. I Cio dovrebbero diffidare dell'acquisto adesso, pagando in seguito accordi che l’impresa non potrebbe sostenere in futuro
  • Could/Should: identificare i vedor/supplier e i pagamenti che potrebbero essere interrotti, rinviati o ritardati e identificare le specifiche azioni di riduzione della spesa e le necessarie fasi di mitigazione del rischio
  • Can’t/Don’t: identificare i pagamenti e i vendor fondamentali per l'azienda e su cui non si deve agire in termini di riduzione della spesa. Monitorare le prestazioni e la fattibilità finanziaria di queste organizzazioni e prendere in considerazione piani di emergenza per i vendor a rischi.
- Valutare tutti gli investimenti esistenti
I CIO dovrebbero immediatamente rivedere tutti i progetti già in corso, suddividendoli in due categorie: progetti critici e non. I progetti non critici dovrebbero essere immediatamente interrotti, mentre i progetti critici, necessari per il flusso di cassa immediato e la sopravvivenza dell'organizzazione dovrebbero essere rivisti per determinare quali possono essere ridotti.
risparmio
- Rinviare qualsiasi nuova spesa
Bisognerebbe inoltre prorogare o annullare tutte le spese non avviate per progetti, personale, risorse, asset o upgrade e liberare qualsiasi spesa relative a terzi, spese di servizio o infrastruttura relative  

- Rivalutare tutte le spese esistenti
Oltre a valutare il portafoglio di progetti non obbligatori, i CIO dovrebbero valutare quello relativo ai servizi in uso per identificare possibili opportunità di riduzione del livello di servizio. "I CIO dovrebbero controllare i livelli di consumo correnti delle loro organizzazioni in relazione a tutte le spese operative variabili, ad esempio i servizi cloud e le comunicazioni voce e dati", sostiene Buchanan. "Occorre valutare dove eliminare completamente o intraprendere azioni di controllo per ridurre i livelli di consumo a livello aziendale limitando o gestendo l'offerta e rinegoziando i termini del contratto, laddove necessario." 

- Negoziare il consumo verso il basso
I CIO dovrebbero collaborare con i leader aziendali per decidere i cambiamenti chiave da apportare alle operation. Negoziare con l'azienda per chiudere servizi o applicazioni e incoraggiare gli utenti aziendali a ‘consumare’ meno o lavorare in modo differente, per ridurre costi operativi variabili e potenzialmente anche i costi fissi dell'azienda. 

- Esplorare approcci finanziari alternativi
Cio e Cfo dovrebbero collaborare per individuare misure finanziarie assistenziali rese disponibili dal Governo o da istituiti assicurativi a livello nazionale o locale.
Gartner- un approccio bimodale per vincere le discontinuità In uno scenario come quello attuale è necessario rafforzare la capacità dell'azienda di gestire non solo l’emergenza operativa ma anche la probabile continuità nel tempo di questi fenomeni capaci di mettere a rischio il business.  Fondamentale focalizzarsi su tre aspetti principali: rafforzare la resilienza operativa, accelerare l'adozione del remote work e rigenerare l'agilità di business
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori