Logo ImpresaCity.it

Device industriali su rete 5G grazie a Qualcomm Technologies, Bosch Rexroth e Siemens

Qualcomm ha annunciato due progetti separati che vedono i 5G protagonista dell'industria manifatturiera e nella produzione industriale.

Redazione Impresacity

Il 5G è una realtà per il settore manifatturiero, grazie anche al lavoro di Qualcomm Technologies, Bosch Rexroth e Siemens. Qualcomm e Bosh hanno lavorato insieme per rendere il 5G una tecnologia strategica per il settore. In occasione della Smart Production Solutions (SPS) di Norimberga hanno mostrato i primi device industriali che utilizzano la tecnologia Time-Sensitive Networking (TSN) su rete 5G.

La dimostrazione congiunta consente ai visitatori di visualizzare due dispositivi industriali che funzionano in modo sincronizzato tramite una connessione wireless. Questo dimostra che la combinazione di TSN e 5G può consentire una sincronizzazione precisa, senza la necessità di una connessione cablata.

Più nello specifico, Bosch Rexroth ha messo in campo per l'occasione la nuova soluzione ctrlX Automation. Due controlli CtrlX CORE interagiscono tra loro in tempo reale su una rete di test 5G. Quest'ultima utilizza un dispositivo di test industriale Qualcomm 5G. La rete opera nello spettro di banda 3,7-3,8 GHz, che in Germania è destinata alle reti regionali e locali.capture2Yongbin Wei, vice president di Qualcomm Technologies, spiega che “il time-sensitive networking è una tecnologia fondamentale per abilitare l’automazione industriale. Avere la capacità di implementare il TSN su una rete 5G permetterà di ottenere una maggiore flessibilità all’interno dei comparti produttivi”.

Gunther May, Director of Technology di Bosch Rexroth, aggiunge: “la nostra piattaforma ctrlX Automation permetterà ai produttori di macchinari industriali di scegliere tra una connessione industriale Ethernet in tempo reale o una comunicazione wireless 5G in tempo reale. A fare la differenza saranno le singole esigenze. Non sarà necessario modificare l’applicazione della macchina".

Qualcomm e Siemens hanno invece completato un progetto proof-of-concept nel laboratorio di Siemens Automotive a Norimberga. Hanno dimostrando l’utilizzo del primo network 5G privato standalone in un vero contesto industriale attraverso la banda da 3,7-3,8 GHz.

Qualcomm Technologies fornirà la rete 5G di prova e i dispositivi industriali basati su tecnologie 5G. Siemens provvederà alla fornitura di device industriali, come veicoli a guida autonoma.
captureEckard Eberle, CEO of Process Automation di Siemens, commenta: “il 5G industriale è la porta d’ingresso per tutte le reti wireless in ambito produzione, manutenzione e logistica. La possibilità di scambiare una vasta quantità di dati, la trasmissione ultra affidabile e latenze estremamente basse permetteranno aumenti significativi di efficienza e flessibilità nel settore industriale. La nostra esperienza decennale nel settore industriale, combinata con il know how di Qualcomm Technologies, sta preparando la strada per l’avvento delle reti wireless nella fabbrica del futuro”.

Secondo il recente studio di IHS denominato “The 5G Economy”, il fatturato del settore manifatturiero da vendite relative al 5G raggiungerà circa 4,7 miliardi di dollari entro il 2035. Questo dato rappresenta il 36% dei 13,2 miliardi di dollari di opportunità di mercato create dal 5G. Fa del manufacturing il settore che ha maggiormente beneficiato dell’impatto della tecnologia 5G oltre a quello mobile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 26/11/2019

Speciali

Speciali

La nuova IT per la Digital Transformation

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio