Logo ImpresaCity.it

Zucchetti spinge sull’innovazione acquisendo Moxoff

Le soluzioni matematiche avanzate al centro dello spinoff del Politecnico di Milano, che entra a far parte della società lodigiana

Data Science, Modelli Matematici e Intelligenza Artificiale. Sono i nuovi asset del Gruppo Zucchetti grazie all’acquisizione della maggioranza delle quote di Moxoff, spinoff del Politecnico di Milano. Fondata nel 2010, Moxoff è oggi una realtà di eccellenza nello sviluppo di soluzioni matematiche avanzate. Conta su un team di 25 specialisti e un’esperienza maturata su più di 200 progetti per oltre 100 clienti, in diversi settori industriali.  

Più in dettaglio, il core business di Moxoff consiste nello sviluppo di soluzioni matematiche avanzate basate su data science, modellazione matematica e ottimizzazione, sviluppate su misura delle esigenze specifiche di business e del contesto in cui operano i suoi clienti. Il team di data scientist, modellisti e software engineer della società sviluppa e implementa modelli matematici e software innovativi per applicazioni industriali, in un approccio di trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca.

L’operazione messa a punto da Zucchetti prevede anche un importante aumento di capitale, per permettere alla realtà milanese di accelerare nel proprio percorso di crescita e aumentare la sua penetrazione sul mercato. Con questa acquisizione, spiega una nota, Zucchetti non intende solo aumentare le competenze del gruppo su nuovi ambiti strategici quali l’Internet of Things e la Realtà Aumentata, ma anche realizzare software e soluzioni 5.0 che integrino avanzati algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale.

L’ingresso nel Gruppo Zucchetti ci dà la possibilità di rendere scalabili le nostre soluzioni e di crescere con un ritmo diverso. È un ottimo punto di partenza per il prossimo triennio, in cui puntiamo a triplicare il nostro fatturato”, dichiara Ottavio Crivaro, CEO di Moxoff.

Con questa acquisizione Zucchetti vuole diventare il protagonista della nuova era tecnologica, con un approccio chiaro e strutturato. Per noi la formula vincente è unire un produttore di software con un team di matematici con propensione alla data intelligence, per portare le competenze di entrambi al mondo delle imprese, creando una forma di collaborazione dove ognuno degli attori può portare il suo valore aggiunto”, sottolinea Antonio Grioli, Presidente del Comitato direttivo di Zucchetti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 29/07/2019

Speciali

Speciali

La nuova IT per la Digital Transformation

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio