Logo ImpresaCity.it

American AI Initiative: il piano di Trump in campo intelligenza artificiale

Le tecnologie di intelligenza artificiale sono critiche, serve una iniziativa specifica per favorirle a livello federale

L'intelligenza artificiale è una componente giudicata fondamentale in quasi tutti gli sviluppi tecnologici del prossimo futuro, in campo business quanto consumer. Per questo è importante "esserci" non solo per le imprese ma anche per le nazioni in quanto sistema coordinato di ricerca applicata. Alcuni Paesi hanno già delineato e pubblicato le loro strategie in campo AI, ora è la volta degli Stati Uniti.

Per gli USA le tecnologie di intelligenza artificiale sono un campo da gioco già collaudato e in cui le aziende americane hanno una posizione molto forte, l'idea dell'Amministrazione Trump è che sarebbe comunque sbagliato "presumere che la nostra leadeship sia assicurata". Da qui la nascita del programma battezzato American AI Initiative.

La American AI Initiative si svolge lungo cinque direttrici principali, con un piano simile a quelli presentati da altre nazioni. La prima area di intervento è prevedibilmente quella di ricerca e sviluppo, in relazione alle attività portate avanti dalle agenzie federali. Queste dovranno "dare priorità agli investimenti in intelligenza artificiale", mentre il settore privato si muoverà in autonomia come sta già facendo.

machine learning result great applications business
La American AI Initiative prevede però anche una parte in cui le attività governative si intersecano con quelle delle aziende. Da un lato si prevede una maggiore collaborazione, nel senso che le risorse federali (dati, modelli, centri di elaborazione) saranno rese maggiormente disponibili per le aziende e i ricercatori. Dall'altro però si lascia intendere la necessità di un maggiore controllo: gli enti federali indicheranno linee guida per lo sviluppo delle applicazioni di intelligenza artificiale e per il loro uso in vari settori. Questo in generale servirà per generare "fiducia" nei confronti dell'AI.

Non manca una parte dedicata allo sviluppo delle competenze necessarie in campo intelligenza artificiale. L'obiettivo è formare i lavoratori statunitensi in modo che acquisiscano conoscenze legate all'intelligenza artificiale. Ultimo punto è la collaborazione internazionale, tema per cui è sempre difficile arrivare un equilibrio tra le promesse di apertura e l'interesse nazionale, ossia difendere la propria posizione nei confronti degli altri Paesi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 12/02/2019

Speciali

speciali

Cybersecurity: Bersaglio Mobile, non toccate quello smartphone!

speciali

Wake up and secure your cloud