Logo ImpresaCity.it

Data4, avanti tutta con gli Smart Data Center

Prosegue l’espansione della società francese che vede l’Italia ancora in pole position, con progetti per oltre 250 milioni di euro

Di origine francese, Data4 è nata 12 anni per operare nel settore dei data center. Puntando fin da subito su alcune peculiarità, come quella di proporre solo data center certificati Livello 4, cioè il massimo raggiungibile, e l’avere campus interconnessi tra loro, da cui ne risulta che in qualunque punto di accesso la società offre lo stesso tipo di soluzione con standard di qualità massimi. Ma c’è un altro aspetto che caratterizza Data4: “siamo l’unica società che progetta, realizza, gestisce e monitora direttamente i data center, in prima persona”, sottolinea Olivier Micheli, Ceo di Data4, nel presentare a Milano i piani di espansione dell’azienda. Che sono molto ambiziosi, ma supportati sia da partnership con fornitori di rilievo come Carrier, Schneider Electric, Engie e Siemens, sia dall’essere parte del colosso assicurativo Axa, che era già azionista al 37% del capitale e che ne ha acquisito recentemente il 100%. Non c’è dubbio che avere alle spalle i capitali di un solido gruppo assicurativo sia di valido aiuto nel sostenere un piano di ampliamento ambizioso che oltre alla Francia, al Lussemburgo e all’Italia, vede anche un prossimo sbarco in Spagna, con l’imminente partenza di un nuovo campus a Madrid.  

d4 olivier micheli
Olivier Micheli, Ceo di Data4

Investimenti in atto
Più immediata è invece l’espansione dell’insediamento nel nostro Paese, illustrata in dettaglio da Davide Suppia, Country manager di Data4 in Italia da poco più di un anno, che ha ricordato come il sito di Cornaredo, alle porte di Milano, sia già “predisposto per ospitare dieci building da due piani, con oltre 1000 rack di capacità in termini di spazio. A oggi ne abbiamo realizzati tre e stiamo costruendo il quarto, con tempi di realizzazione nell’ordine dei 7-8 mesi complessivi”. L’importanza dell’insediamento italiano di Data4 è l’essere situato a dieci minuti da Milano e a cinque minuti dal MIX, ovvero il Milan Internet Exchange, dove la società dispone di un’infrastruttura in fibra ottica a doppio anello. L’obiettivo in Italia è quello di “arrivare a investire 250 milioni di euro complessivi nell’arco di dieci anni”, spiega Suppia, precisando che finora “ne sono stati investiti 120, nell’area di Cornaredo dove erano presenti 10 capannoni ex-Italtel, che abbiamo smantellato per costruire infrastrutture di nuova concezione che seguono le nostre esigenze e soprattutto i nostri standard. In termini di energia, per esempio, il nostro è l’unico campus in Italia alimentato in alta tensione, con un collegamento diretto al primo anello di alta tensione italiano”. 
d4  davide suppia
Davide Suppia, Country manager di Data4 in Italia


Nuova generazione
Il riferimento è al concetto che Data4 chiama “Smart Data Center”, in cui i data center non sono più semplici installazioni di server e storage, anche se molto sofisticati tecnologicamente, ma ambienti chiave nell’ecosistema dell’economia digitale, dotati anche di elevati gradi di automazione grazie anche all’intelligenza artificiale. Il concetto di data center sempre più smart e sempre più pronto per la co-location è stato dettagliato da Jérôme Totel, VP Products & Sales Engineering di Data4, che con l’ausilio di un whitepaper realizzato in collaborazione con 451 Research, dal titolo “Smart Datacenters for Next-Generation Colocation”, ha evidenziato il nuovo scenario nel quale “i dati, l'analisi e l'intelligenza artificiale abiliteranno una sempre maggiore automatizzazione di sistemi e servizi, e dove il data center si trasforma in un gateway interconnesso che offre sempre più servizi intelligenti di gestione degli asset IT in ottica software-defined everything”. È in questo ambito che si inserisce la proposta Smart Data Center di Data4, “una soluzione integrata, basata su DCIM 2.0, che consente una visibilità in tempo reale delle infrastrutture data center & IT in colocation, permettendone una gestione proattiva. Disponibile sia su un singolo rack sia su una room dedicata, D4 Smart Data Center mette a disposizione delle aziende che adottano la colocation un portale web di semplice utilizzo dove sono concentrate e rappresentate tutte le informazioni strategiche necessarie”, conclude Olivier Micheli. 


d4 jerome totel
Jérôme Totel, VP Products & Sales Engineering di Data4
Pubblicato il: 15/10/2018

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce