Logo ImpresaCity.it

Il Global Cloud Data Center di Aruba compie un anno e guarda al futuro

Previsti ulteriori investimenti all’insegna dell’espansione

Redazione Impresacity

È passato esattamente un anno dall’inaugurazione del Global Cloud Data Center, il data center campus di Aruba sito a Ponte San Pietro, alle porte di Bergamo, costituito da una struttura di oltre 200.000 mq, completamente ecologica e realizzata per offrire i massimi standard di sicurezza e di prestazioni, e, allo stesso tempo, garantire la massima efficienza energetica, con impianto di raffreddamento geotermico e alimentazione da fonti rinnovabili.

La società fa sapere che il bilancio di questo primo anno è estremamente positivo: il Data Center A (DC-A), ossia il primo dei data center previsti all’interno del campus, che dispone di una superficie complessiva di 17.500 mq e una superficie netta di sale dati pari a 10.000 mq, con 10 sale date indipendenti, è quasi completamente opzionato. Anche in relazione a questo ottimo riscontro, i previsti lavori di ampliamento sono partiti in tempi ancora più rapidi del preventivato, con l’avvio della costruzione di altri due edifici adibiti a data center che andranno a triplicare la capacità disponibile.  

Il primo anno è stato inoltre caratterizzato da collaborazioni con aziende di settori come la logistica, l’automotive, l’elettronica, il software, i servizi e l’industria, e da molte PMI che hanno scelto i servizi di colocation. Sono anche state rafforzate le partnership che hanno contribuito alle qualità tecnologiche del data center, quali quelle con Dell EMC, Intel, NetApp, Cisco, VMware, Veeam, Zerto e numerose altre.

“Global Cloud Data Center ci ha regalato un anno di successi e di soddisfazioni: il 22 agosto 2016 è la data che ha segnato l’inizio del progetto di riqualificazione dell’area che ospitava gli stabilimenti Legler. In soli 284 giorni lavorativi, siamo riusciti a realizzare una struttura completamente ecologica e dotata delle più moderne tecnologie. In un anno abbiamo ricevuto prenotazioni che contavamo di raggiungere nel corso di tre anni. Questi risultati non possono che portarci a impegnarci con ancora più passione, senza fermarci”, ha sottolineato Stefano Cecconi, Amministratore Delegato di Aruba.
Pubblicato il: 05/10/2018

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce