Logo ImpresaCity.it

Nove punti per rilanciare il Piano Impresa 4.0

Per dare una vera concretezza alle finalità del Piano Impresa 4.0 serve una maggiore consapevolezza delle imprese e più semplicità organizzativa, oltre a risorse e infrastrutture.

Redazione Impresacity

C'è bisogno di iniziative mirate per rilanciare il Piano Impresa 4.0? Secondo il think tank italiano Digital Innovation Institute sì, perché - come è stato sottolineato da più parti - il successo dell'evoluzione delle imprese non è legato semplicemente all'adozione di nuove tecnologie, per quanto positive, ma richiede anche una consapevolezza del cambiamento che si sta affrontando. Consapevolezza che deve essere legata alle trasformazioni in atto tanto nella singola impresa quanto in generale nel mercato.

Per questo l'istituto ha definito, insieme ad un panel esterno di esperti di riferimento, una vera e propria sequenza di passi - la Roadmap Impresa 4.0 - che punta innanzitutto sul tema della consapevolezza e delle competenze. In questo senso imprese ed istituzioni devono comprendere pienamente il ruolo del digitale nel business e nell’economia e, in secondo luogo, acquisire le competenze tecnologiche per questa fase del mercato. A tale scopo si giudicano necessari percorsi e programmi formativi per le imprese, la PA e i cittadini.

Il tema delle competenze rilancia quello della formazione professionale su cui già si è dibattuto molto, con più parti a sottolineare come essa sia insufficiente rispetto ad altri Paesi. Il piano del Digital Innovation Institute spinge per una formazione professionale duale, con una presenza significativa di momenti in azienda, in modo che i più giovani possano comprendere davvero logiche, processi e modelli che incontreranno nel mondo del lavoro.
industry40 cognex coverNella visione dell'istituto non mancano alcuni "grandi classici" quando si tratta di innovazione in Italia: servono una connettività a banda larga davvero diffusa, normative che favoriscano l'innovazione ma senza penalizzare inutilmente chi è già sul mercato, la capacità di fare sistema tra università, impresa e scuola.

In quanto al Piano Impresa 4.0 in sé, va favorito e migliorato. Per favorirlo serve dare continuità all’azione avviata, in particolare aumentando la dotazione finanziaria a disposizione. Per migliorarlo bisogna, secondo il Digital Innovation Institute, innanzitutto estenderlo chiaramente oltre il settore industriale e pensando anche alle PMI. Poi bisogna semplificarne il modello organizzativo riducendo il numero di entità coinvolte tra Punti Impresa Digitale, Centri di Competenza, Centri di Trasferimento Tecnologico e Digital Innovation Hub. Troppi ruoli, talvolta sovrapposti, perché le aziende vi si orientino facilmente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 03/08/2018

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo