Logo ImpresaCity.it

Zucchetti brinda con Maxidata

Le soluzioni gestionali per il settore vitivinicolo al centro della nuova acquisizione della software house lodigiana

Redazione Impresacity

Ennesima acquisizione per Zucchetti. La software house lodigiana entra infatti nel mercato enologico con l’ingresso nel gruppo di Maxidata, società con sede a Casteggio, nell’Oltrepo pavese, e attiva da più di trent’anni nelle soluzioni per la gestione delle cantine e delle aziende vinicole.  

Come noto, è italiana una bottiglia di vino su cinque venduta in tutto il mondo: si tratta di un settore rilevante che negli ultimi anni sta subendo una decisa trasformazione anche a livello digitale, con l’ingresso delle nuove tecnologie nella gestione di cantine e vitigni.  

Attraverso l’acquisizione di Maxidata, che grazie ai suoi software gestionali consente a oltre 6.300 stabilimenti enologici di interfacciarsi con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali coprendo più del 30 per cento del totale nazionale, Zucchetti porterà la sua costante innovazione all’interno del settore vitivinicolo”, evidenzia Alessandro Zucchetti, presidente di Zucchetti. “La sinergia fra l’esperienza di Maxidata e le tecnologie sviluppate da Zucchetti per i software ERP risponderà al meglio alle esigenze di un mercato sempre più orientato all’evoluzione digitale come quello enologico”. 

Entrare a far parte del prestigioso gruppo potrà dare ancora più enfasi ai futuri sviluppi degli applicativi, rafforzando la nostra offerta globale a beneficio degli utenti Maxidata, ai quali potremo proporre un quadro ampio e sfaccettato di soluzioni per ogni ambito della realtà aziendale”, sottolinea Enrico Moroni, amministratore delegato di Maxidata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 28/06/2018

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo