Logo ImpresaCity.it

Buoni segnali dal mercato EMEA per server e storage

I dati IDC indicano una crescita del del 35% per le vendite di server e del 24% per lo storage esterno. Spicca la crescita dei sistemi flash.

Redazione Impresacity

Crescono gli investimenti delle aziende dell'area EMEA nei componenti fondamentali dell'IT: server e storage. Lo indicano i dati di IDC relativi all'andamento dei due mercati nel primo trimestre 2018, con crescite che in entrambi i casi sono a doppia cifra percentuale (in dollari, in euro qualcosa meno).

Il mercato server EMEA nel trimestre ha generato ricavi per quasi quattro miliardi di dollari, pari a una crescita anno su anno del 35%. In euro il business è stato di 3,1 miliardi con una crescita anno du anno del 17%. IDC sottolinea in particolare che il prezzo medio di ventida dei prodotti è cresciuto molto anno su anno, un fenomeno che deriva soprattutto dalla fluttuazione del cambio euro/dollaro ma anche dalla diffusione di componenti di nuova generazione.

idc server emea 1q18
Tutti i principali produttori di server hanno visto crescere sensibilmente il loro fatturato, cosa che ha portato poche variazioni nelle rispettive quote di mercato. Come in altri comparti, ne hanno guadagnato i produttori leader, HPE e Dell. È andata molto meno bene ai produttori ODM, che sono cresciuti solo del 1,8% anno su anno. Segno che gli investimenti degli hyperscaler in Europa sono stati stagnanti. Scomponendo il mercato per nazioni, si segnalano le forti crescite di Gran Bretagna, dove gli investimenti sono ripartiti dopo lo choc-Brexit, e Olanda, grazie allo sviluppo di alcuni nuovi datacenter.

Passando allo storage, le rilevazioni IDC relative al mercato EMEA dei sistemi esterni di storage indica, per il primo trimestre 2018, ricavi per quasi due miliardi di dollari con una crescita anno su anno del 24% (del 7,4% in euro). La diffusione in Europa dei sistemi di storage flash è ancora relativamente bassa e questo ha consentito proprio agli array flash di registrare due primati: la crescita maggiore in valore (+59% per gli array all-flash) e la quota maggiore in volumi (49% per gli array ibridi). A farne le spese sono stati ovviamente i sistemi basati su hard disk, che hanno registrato un calo di vendite del 25%.

idc storage emea 1q18
Dal punto di vista dei principali produttori il mercato è meno stabile di quello server, registrando un solo vendor (Dell EMC) che cresce più della media complessiva e prende quote di mercato ai principali concorrenti. Ragionando invece per nazioni, in Europa Occidentale hanno investito maggiormente nei sistemi esterni di storage la Germania e la Francia. Anche nel segmento storage si registra comunque un ritorno alla spesa delle aziende britanniche.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 08/06/2018

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito