Fastweb inizia bene il 2018

Clienti, ricavi e rete sono tutti in crescendo. Anche grazie al contributo di FlashFiber.

Trasformazione Digitale Mercato e Lavoro
Fastweb ha chiuso il primo trimestre 2018 mettendo in archivio una serie di indicatori positivi che confermano la crescita registrata in precedenza. Al termine del trimestre la società può infatti contare su un incremento anno su anno del 3% per la base clienti (giunta a poco meno di 2,5 milioni), del 9% per i ricavi (492 milioni di euro nel trimestre) e del 5% per l’EBITDA (144 milioni di euro).

I buoni risultati finanziari derivano dal mercato sia business sia consumer. Nel primo ambito Fastweb registra un +65% per l'ordinato rispetto ai primi tre mesi del 2017, grazie in particolare a nuovi contratti stipulati con la PA centrale e locale nell’ambito della convenzione Consip per il Sistema Pubblico di Connettività. Cresce anche la presenza nel settore privato.

Lato rete Fastweb segnala lo sviluppo dell'infrastruttura ultra-broadband, che alla fine del trimestre toccava 15 milioni di abitazioni di cui 8 con rete proprietaria. Un elemento di rilievo è il contributo che a questa crescita sta dando FlashFiber, la joint venture creata con TIM.
fibra ottica
Proprio da FlashFiber si attendono altri contributi importanti, dopo che l'Antitrust ha stabilito che la joint venture non è un pericolo per la concorrenza. Non dovrebbero quindi esserci altri rallentamenti per il piano industriale di FlashFiber: tre milioni di abitazioni connesse a banda ultra-larga di cui il 70% gia entro il 2018. I passi successivi prevedono un ulteriore 15% di copertura entro il 2019 e un altro 10% l'anno seguente. In linea con i requisiti antitrust, la rete di Fastweb e quella di FlashFiber saranno comunque autonome dal punto di vista sia tecnico sia commerciale.

Proseguono poi gli investimenti nell’ampliamento della rete WI-Fi, considerata propedeutica alla realizzazione futura delle reti 5G, e nei trial legati proprio alla connettività mobile di nuova generazione, in corso a Bari, Matera e Roma.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori