Logo ImpresaCity.it

+23 percento per il cloud pubblico nel 2018

Le analisi di IDC indicano una crescita sensibile per i servizi di public cloud, sulla spinta del manufacturing e del settore bancario

Redazione Impresacity

La spesa mondiale per servizi di cloud pubblico quest'anno dovrebbe raggiungere i 160 miliardi di dollari, cifra che rappresenta una crescita del 23,2 percento rispetto agli investimenti del 2017. Sono le previsioni di IDC, secondo cui da qui in poi le percentuali di crescita anno su anno dovrebbero iniziare a calare, pur mantenendosi su una media del 21,9 percento nel periodo 2016-2021. A quel punto, ossia nel 2021, la spesa mondiale per servizi di cloud pubblico è prevista a 277 miliardi di dollari.

Nel corso di quest'anno i clienti ideali per il public cloud saranno le aziende del manufacturing di prodotto, dei servizi professionali e del settore bancario. Sono questi i tre segmenti a maggior spesa, con investimenti per rispettivamente 19,7, 18,1 e 16,7 miliardi di dollari. La top 5 delle aziende rivolte al cloud pubblico è completata dai settori del manufacturing di processo e del retail.

IDC spega che questi comparti investono più degli altri perché hanno già compreso i vantaggi che si possono ricavare dal cloud pubblico, in particolare nell'ottimizzazione dei processi rivolti ai clienti e nella riduzione dei costi operativi.

database grafico

Dal punto di vista geografico sono prevedibilmnete gli Stati Uniti a generare il maggior business (oltre il 60 percento del totale mondiale) legato al public cloud. In Europa Occidentale le nazioni prime per spesa sono la Gran Bretagna (7,9 miliardi di dollari) e la Germania (7,4 miliardi)

Ragionando invece per tipologia di servizi, il segmento a maggior spesa (circa il 66 percento) è quello Software as a Service (SaaS). In quest'ambito IDC stima che la spesa per usufruire di applicazioni in cloud, specie ERP e CRM, rappresenterà nel 2018 circa la metà di tutta la spesa complessiva legata al cloud pubblico.

Il secondo segmento di spesa è quello dei servizi Infrastructure as a Service (IaaS), equamente diviso tra risorse server e risorse storage. Più contenuta la spesa per il terzo segmento: i servizi Platform as a Service (PaaS). Questi sono un insieme abbastanza variegato che vede in particolare investimenti per strumenti di data management, sviluppo, integrazione, orchestration e analisi dei dati.
Pubblicato il: 22/01/2018

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud