PNRR: 42 milioni di euro per Gruppo CAP

I finanziamenti collegati al PNRR hanno l'obiettivo di migliorare la rete idrica della città metropolitana di Milano

Mercato e Lavoro

ATO Città metropolitana di Milano e Gruppo CAP, la green utility pubblica che gestisce il servizio idrico della Città metropolitana di Milano, sono stati ammessi al finanziamento del PNRR di oltre 42 milioni di euro, che serviranno a migliorare la qualità dell’acqua per tutti i cittadini del territorio servito. Classificato al terzo posto in graduatoria su oltre 150 progetti, CAP insieme all’ATO hanno ottenuto l’importo più elevato tra le regioni della categoria nord-centro.

“Il PNRR offre l’opportunità irripetibile di investire in opere infrastrutturali che ci consentono di costruire concretamente il mondo del futuro delle prossime generazioni", spiega Alessandro Russo, amministratore delegato di Gruppo CAP: "Con questo nuovo finanziamento, che segue quello ricevuto per realizzare opere di drenaggio urbano per contrastare il dissesto idrogeologico e quelle per il teleriscaldamento, realizzeremo un vasto programma di interventi di riqualificazione del sistema idrico della Città metropolitana di Milano”.

Saranno decine gli interventi che verranno realizzati nei prossimi anni grazie alle risorse ottenute, a partire da quelli per la riduzione delle perdite. Uno dei problemi più diffusi a livello nazionale, tanto che in media un terzo dell’acqua (36,4%), non arriva a destinazione. Il livello di dispersione idrica in Lombardia si attesta al 23,4%, mentre la Città metropolitana di Milano si attesta a circa il 20%. Da anni CAP ha avviato una nuova strategia per la riduzione delle perdite, adottando progetti di ricerca integrata per individuarle su tutta la rete.

Il finanziamento del PNRR consentirà di proseguire sulla strada tracciata adottando tecnologie sempre più innovative, potenziando gli strumenti di monitoraggio e sviluppando strumenti di modellizzazione per la manutenzione e la pianificazione predittiva per 133 Comuni. Sarà inoltre possibile sostituire 18 km di rete, che si aggiungono ai 46 pianificati nel periodo 2020-2023, che avranno con un importante ricaduta sull’ambiente in termini di risparmio energetico e di riduzione di CO2 (e quindi di costi per i cittadini).

Il finanziamento per il quale Gruppo CAP e ATO Città metropolitana di Milano sono stati ammessi contribuisce a un investimento totale da parte dell’azienda pari a quasi 80 milioni. Si tratta del terzo ottenuto da CAP dai fondi del PNRR e nel complesso sono quasi 100 i milioni di euro che CAP potrà gestire grazie ai fondi del PNRR.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Red Hat Summit Connect e Open Source Day

Download

La nuova cyber security: cosa ne pensano i CISO italiani

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Calendario Tutto

Feb 16
Commvault Connections on the Road | Milano
Mar 22
IDC Future of Work
Giu 08
MSP DAY 2023 - 8/9 Giugno

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter