Per GTT è il momento dei 400 Gigabit

GTT investe nel "salto" a 400 Gbps della sua rete IP globale, pensando alla crescente domanda di servizi Internet ad alte prestazioni

Tecnologie

L'accelerazione della digitalizzazione che tutte le aziende, o quasi, stanno sentendo nel post-pandemia ha varie conseguenze sul mercato. Una delle principali è che la banda della connettività cablata o wireless sembra non bastare mai alle imprese, che sono sempre più connesse e agiscono sempre più online. Tutti i principali operatori stanno quindi registrando una crescita consistente del traffico sulle proprie infrastrutture. E hanno cominciato a metterci mano per potenziarle.

Ha deciso di farlo anche GTT Communications, lanciando un piano di upgrade a 400 Gigabit della propria rete IP globale Tier 1. Un potenziamento che "serve a far fronte al continuo aumento a due cifre del traffico IP", spiega l'operatore. E che in particolare porterà una maggiore capacità di base all'insieme di servizi avanzati Internet e WAN di GTT stessa.

Il salto della rete GTT ai 400 Gbps sarà ovviamente graduale. In una fase iniziale interesserà le città metropolitane delle varie regioni del mondo. Poi si estenderà al core della rete IP di GTT, che collega più di 260 città in sei continenti. Il completamento della prima fase di distribuzione è previsto per la seconda metà del 2023. L'upgrade della rete riguarderà anche i nodi di accesso dei clienti, al momento non in maniera generalizzata ma solo dove la richiesta di capacità lo richiede.

La dorsale IP globale Tier 1 di GTT opera con oltre 240 Tbps di capacità core. Circa il 70% del traffico IP dei clienti, spiega GTT, rimane on-net in tutto il suo percorso dalla sorgente alla destinazione. Anche perché la rete è progettata per instradare il traffico sul percorso più breve possibile, per preservare prestazioni, affidabilità e bassa latenza.

Il potenziamento della rete GTT si basa sulle tecnologie di Juniper Networks, uno dei partner tecnologici del carrier. Anche grazie a queste tecnologie, spiega GTT, l'aggiornamento della rete "comprende funzionalità di telemetria che consentono alla rete di scalare maggiormente e di convergere più rapidamente". A tutto vantaggio della flessibilità nelle connessioni che aiuta la delivery delle applicazioni cloud.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Download

La nuova cyber security: cosa ne pensano i CISO italiani

Speciale

Internet of Things in Italia: Sviluppo e Novità

Monografia

La sostenibilità al centro

Speciale

Software Enterprise

Speciale

Veeam On Tour 2022

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter