InSilicoTrials, il cloud al servizio della medicina

InSilicoTrials supporta lo sviluppo di farmaci con la simulazione software, che permette di tagliare sensibilmente i tempi di sviluppo.

Tecnologie
Si chiama InSilicoTrials il progetto che nasce nel 2017 con l'obiettivo di rivoluzionare l'healthcare mediante il supporto allo sviluppo di farmaci e dispositivi medici tramite la simulazione software. Una visione che ha preceduto di molto la realtà odierna, in cui la produzione in tempi record dei vaccini anti COVID è stata possibile anche grazie all'impiego di questa nuova frontiera della digital innovation applicata al life science.

Ne abbiamo parlato con Luca Emili, Founder e CEO di InSilicoTrials, che ha avuto questa idea visionaria nel momento in cui ha compreso che c'era tantissimo fervore dal punto di vista scientifico e ingegneristico, ma erano molto poche le aziende che proponevano soluzioni utilizzabili anche da parte di soggetti meno esperti. I centri di ricerca che facevano simulazioni erano molti, non altrettante le aziende, dove questa innovazione era ed è tuttora accessibile solo alle realtà più grandi. Fra i motivi, la penuria di esperti in grado di creare e far funzionare modelli computazionali, e una certa componente di scetticismo.

InSilicoTrials ha deciso di rivolgersi proprio a queste realtà, realizzando una piattaforma che combina tre elementi: "quello scientifico, che nei modelli, a livello software, mostra quello che accadrebbe in un ambiente realistico o reale. La componente informatica e tecnologica, con l'uso del cloud e dei software. E come terzo elemento quello regolatorio: queste attività devono essere utilizzabili anche a livello regolatorio tramite l'agenzia del farmaco, o i vari enti che approvano i dispositivi medici".

Il vantaggio dell'usare una piattaforma di simulazione software invece del metodo tradizionale è presto detto: consente un significativo risparmio di tempi e di costi per alcuni processi, che con le procedure tradizionali possono essere anche molto onerosi. Emili spiega la differenza con un esempio: "abbiamo sviluppato una suite che consente di testare la sicurezza dei farmaci a livello cardiaco, perché ogni farmaco che entra nel corpo impatta con il funzionamento del cuore. L'analisi tradizionale di cardiac safety richiede circa un giorno di lavoro per ciascuna concentrazione del farmaco. Dev'essere fatta su N concentrazioni, quindi occorrono diversi giorni. Con la Drug Safety Suite siamo in grado di farla in pochi minuti".
luca emili 4Luca Emili, Founder e CEO di InSilicoTrials

Dalle protesi ai farmaci

InSilicoTrials finora ha lavorato per lo più su farmaci completi e su dispositivi medici. Per esempio, sfrutta le simulazioni per capire se una protesi d'anca stampata in 3D funzionerà, o se una valvola cardiaca funzionerà bene o male. Con la pandemia i vantaggi di una piattaforma come questa sono emersi in maniera preponderante, tant'è vero che Emili conferma che software analoghi sono stati utilizzati in modo massivo per la realizzazione degli attuali vaccini.

In questa prima tornata di sviluppo InSilicoTrials non è stata direttamente coinvolta perché si stava concentrando su attività terapeutiche e non disponeva di modelli per i vaccini. Ovviamente si sta attrezzando, dato che è ormai chiaro che si va verso un futuro in cui saranno necessari vaccini a cadenze ravvicinate.

Parallelamente prosegue lo sviluppo di piattaforme per supportare lo sviluppo di farmaci contro la sclerosi multipla, contro la SLA, le problematiche cardiovascolari, oncologici per chemioterapie, e di dispositivi medici. Questo perché la piattaforma è un collettore di modelli che non pone limitazioni per applicazioni specifiche; si popola di modelli provenienti da rinomate università internazionali che sono interessate a fornirli.

Una piattaforma in cloud

Il risultato del lavoro di Emili e dei suoi collaboratori è una piattaforma in cloud, consultabile da qualunque luogo, che con un minimo di competenze permette di fare simulazioni. Di fatto i modelli incorporano il know-how dei team di ricerca che vi hanno lavorato per anni. Insilicotrials.com è un hub di condivisione di competenze, dove una serie di modelli computazionali - ai quali è stata fornita un'interfaccia user-friendly - viene messa a disposizione di ricercatori che non hanno le competenze, il tempo o i fondi ingenti necessari per svilupparli.

ist drug safety suite 1
A giocare un ruolo fondamentale è la credibilità del modello, data dalla sua provenienza.  Fra i partner che forniscono modelli a InSilicoTrials ci sono la Food and Drug Administration, l'Università di Tampere in Finlandia, le Università di Valencia, di Catania, di Bologna, e molte altre. InSilicoTrials propone solo modelli creati da interlocutori prestigiosi, così da vantare un servizio innovativo e scientificamente affidabile. "Diamo tutti gli elementi per approfondire e valutare con un approccio molto scientifico. Dobbiamo aiutare le persone che attualmente non usano questa tecnologia a valutarla e adottarla in modo da portare a scelte consapevoli di utilizzo".

Progetti e futuro

La maggior parte dei progetti è secretato da contratti di riservatezza. Uno citabile è quello con l'azienda farmaceutica indiana Cipla per lo sviluppo di uno spray nasale. Combina l'analisi del farmaco con quella del dispositivo medico, che deve erogare ogni volta la corretta quantità di farmaco.

Il lavoro di InSilicoTrials è apprezzato a livello internazionale. L'azienda ha chiuso a luglio dello scorso anno un round di investimento di venture capital da 3,5 milioni di euro e si è aggiudicata tre progetti Horizon 2020 a novembre 2020, con un valore consistente ma soprattutto con un network di ospedali e università estremamente significativo.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori