Impresoft Group, shopping in Veneto con OpenSymbol e NextCrm

Il mondo del ‘Customer Engagement’, leggi soprattutto il CRM e tutto quello che ruota attorno a Salesforce, nel mirino del polo tecnologico nato un anno e mezzo fa

Trasformazione Digitale
All’epoca del battesimo ufficiale, a novembre 2019, i vertici del Gruppo Impresoft, nato dall’unione di cinque realtà attive da anni e con successo sulla scena italiana dell’ICT, non avevano fatto mistero di avere ambizioni di crescita rilevanti. Da soddisfare anche e soprattutto con acquisizioni: ecco quindi che ai magnifici cinque primi componenti del gruppo, ovvero Brainware, 4ward, Gruppo Formula, Impresoft e Qualitas Informatica, si sono aggiunte nei mesi scorsi Progel e NextTech.  

Oggi è invece la volta di OpenSymbol e NextCrm, entrambe realtà di riferimento in ambito Crm, che da metà aprile sono a tutti gli effetti parte di Impresoft, dando così modo al gruppo di potersi fregiare di numeri di tutto rispetto: oltre 3500 clienti attivi, 600 dipendenti e un fatturato superiore a 70 milioni di euro, che ne rafforzano il posizionamento come uno dei maggiori gruppi ICT in Italia.  

L’ora del Customer Engagement

OpenSymbol è attiva sulle piattaforme SugarCrm e Microsoft Dynamics 365, mentre NextCrm su Salesforce: entrambe andranno a completare in particolare l’offerta di Customer Engagement, che nella nomenclatura Impresoft significa soprattutto l’area CRM, integrandosi con le altre tre principali aree di competenza del gruppo: Business Application, ovvero dall’ERP al controllo di gestione fino ai sistemi di Corporate Performance Management; Corporate Resiliency, che comprende le tecnologie e i processi che permettono di affrontare il cambiamento e mettere al sicuro il business delle organizzazioni grazie al cloud e tecnologie innovative; e infine Industry, che con le soluzioni MES/APS consente di accompagnare la transizione delle aziende manifatturiere verso un modello 4.0. 

impresoft 0
Queste due nuove acquisizioni confermano il nostro assoluto interesse nella ‘Customer Revolution’ in atto, nella quale è indispensabile la conoscenza il più possibile approfondita dei clienti per aumentare l’efficacia della azioni di marketing e di vendita”, ha spiegato Rossano Ziveri, Presidente di Formula Impresoft, nel corso della presentazione ufficiale di metà aprile. “Le soluzioni di OpenSymbol e NextCRM ci permettono infatti di arricchire ulteriormente UniQa, la nostra soluzione completa per la gestione di processi, organizzazione e tecnologie in azienda, compiendo quella promessa che avevamo fatto fin dall’inizio del nostro ambizioso progetto e che vedeva
rossano ziveri ad impresoft group

Rossano Ziveri, Presidente di Formula Impresoft
al centro le aziende nostre clienti e la loro completa trasformazione digitale
”.
 

OpenSymbol in primo piano

Nel dettaglio, OpenSymbol è un system integrator con sede principale a Vicenza: attivo dal 2004, ha oltre 70 dipendenti, con più di 10.000 utenti in 300 aziende clienti, tra le quali vi sono nomi del calibro di Zoppas, Marazzi, Fedrigoni e BMW Italia.  

Siamo entusiasti dell’operazione promossa insieme a Impresoft Group, di cui condividiamo la visione e i valori aziendali”, ha sottolineato Enrico Maggi, Amministratore Delegato di OpenSymbol. “Ci accomuna la volontà di accompagnare i clienti nel loro viaggio di trasformazione digitale e crediamo che l’unione delle nostre competenze e dell’esperienza sul mercato ci permetteranno di aiutare le aziende a compiere quel salto di qualità necessario a sostenere la competitività in un mondo sempre più iperconnesso”. 

Una startup di 15 anni

Sempre vicentina, ma molto più recente a livello di attività in quanto è nata poco più di due anni fa, nel 2019 come spin-off di OpenSymbol, NextCrm è invece esclusivamente concentrata sulla piattaforma Salesforce, su cui agisce sia come system integrator sia come società di consulenza.  

La società ama definirsi “una start-up con 15 anni di esperienza”, come ha evidenziato Luigi Mattiazzi, General Manager di NextCrm, riferendosi al fatto che l’azienda è nata con 15 anni di esperienza nella costruzione, realizzazione e gestione di progetti CRM complessi e innovativi in molteplici settori verticali, e può vantare oltre 60 progetti di successo su Salesforce, con clienti come Giunti, Diadora o Banca Etica, tanto che è previsto che conservi la propria autonomia all’interno del Gruppo oltre che il focus strategico su Salesforce.  

Per noi era strategico entrare in Impresoft Group, uno dei gruppi più importanti dell’ICT Italiano: all’interno del gruppo potremo valorizzare ancora meglio i talenti che operano in azienda dando alla nostra organizzazione la possibilità di crescere”, ha proseguito Mattiazzi. 

Modello federativo confermato

Con le acquisizioni dello scorso anno siamo già più o meno a metà della classifica IDC delle Top 100 aziende ICT in Italia, ma uno degli elementi principali del nostro gruppo rimane il concetto federativo", ha aggiunto Christian Parmigiani, CEO 4WardPRO e Brand & Communication di Impresoft Group, spiegando che “non abbiamo voluto creare una legal entity unica che avrebbe forse snaturato le caratteristiche di agilità e di flessibilità, oltre che il posizionamento storico di mercato, di ciascuna delle società che hanno aderito al progetto, realizzando invece un modello che garantisse da un lato la possibilità di unire le forze e presentarci al mercato come un polo che ha numeri importanti, e dall’altro lato la certezza di mantenere l’agilità e l’identità di ogni componente del gruppo. La parte di Customer Engagement era il tassello mancante al nostro progetto, che rafforza la nostra value proposition,
impresoft christian parmigiani

Christian Parmigiani di Impresoft Group
che vede il CRM come filo connettore dei diversi punti
”.
 

Il concetto federativo è infatti confermato dall’operazione, che si concretizza in un’acquisizione con reinvestimento, dato che l’attuale management di OpenSymbol e NextCrm continuerà a gestire le operazioni delle due aziende, entrando a far parte del CDA della azienda capogruppo, Formula Impresoft, con un forte rinvestimento nella holding. 
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori