Zucchetti, la data intelligence per l’hospitality al centro dell’accordo con HBenchmark

L’obiettivo è quello di aiutare gli alberghi a ottimizzare le strategie di business grazie all’integrazione nei gestionali dell’intelligenza artificiale per l’analisi dei dati

Trasformazione Digitale
Partnership tra Zucchetti, che è anche primo operatore a livello nazionale nel mondo hospitality, e HBenchmark, controllata dal gruppo Develon e partecipata da Iccrea: l'obiettivo è quello di aiutare le strutture ricettive a ottimizzare le proprie strategie di business grazie all’integrazione dell’intelligenza artificiale per l’analisi dei dati con le soluzioni gestionali.

In un momento particolarmente delicato anche per il settore hospitality, la tecnologia diventa sempre più un prezioso alleato: da qui la sinergia che prevede l’integrazione della piattaforma di hospitality data intelligence di HBenchmark con le soluzioni gestionali Zucchetti studiate appositamente per il settore.

Come ricorda una nota, HBenchmark permette di trasmettere in tempo reale alle strutture ricettive le metriche elaborate da algoritmi proprietari, per restituire informazioni di data intelligence sulle quali sviluppare le strategie di promozione, commerciali e di investimento. Il servizio è già attivo e disponibile per tutte le aziende che utilizzano le applicazioni Zucchetti per il mondo hospitality, come tra gli altri Beddy, Bedzzle, Hoasys, Hotel2000, Leonardo, Otelia, Scrigno e Suite.

Grazie a questa integrazione si possono conoscere i prezzi medi del mercato (storico e previsionale) e la velocità di arrivo delle prenotazioni sul territorio, avere informazioni sui prezzi e occupazione per ogni canale, segmento di mercato, nazionalità e, soprattutto, valutare investimenti grazie a informazioni di redditività sul settore nel mercato locale. La partnership, prosegue la nota, allarga ulteriormente i confini della piattaforma HB, che oggi raggiunge in praticamente il totale dei Property Management System (PMS, ovvero i gestionali alberghieri) disponibili sul mercato.

La partnership con il Gruppo Zucchetti certifica il valore di un percorso che HBenchmark ha intrapreso cinque anni fa con l'obiettivo di introdurre, nel comparto turistico, la cultura della misurazione come fulcro intorno al quale costruire un approccio strategico realmente efficace”, sottolinea Lorenzo Gottin, Presidente e fondatore di HBenchmark. “Nell'era dei big data, l'integrazione diretta con i PMS offre alle strutture e alle destinazioni opportunità di analisi e approfondimento che, nel prossimo futuro, rappresenteranno lo standard per chiunque desideri incrementare le performance e la competitività del proprio territorio”.

Il nostro obiettivo è quello di fornire soluzioni innovative capaci di esprimere valore aggiunto. In HBenchmark abbiamo visto l’ideale completamento delle nostre soluzioni gestionali per il settore alberghiero per arricchire ulteriormente le funzionalità dei PMS con algoritmi di intelligenza artificiale che aiutino le strutture ricettive a interpretare i dati per prendere le migliori decisioni per la loro redditività. Un fattore imprescindibile di successo, in particolare in questo momento complicato anche dal punto di vista economico”, conclude Angelo Guaragni, Amministratore di Zucchetti Hospitality.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori