Oracle e il “caso” Siav. Così il cloud rivoluziona lo sviluppo software

Oracle e il “caso” Siav. Così il cloud rivoluziona lo sviluppo software. Intervista esclusiva a Nicola Voltan, Amministratore Delegato Siav. Un caso di eccellenza italiana nello sviluppo software che grazie alla proposta “Cloud at Customer” firmata Oracle ha completamente cambiato marcia sul mercato coniugando prestazioni, velocità e sicurezza al servizio delle imprese proprie clienti

Cloud
Oracle e il “caso” Siav. Così il cloud rivoluziona lo sviluppo software. Intervista esclusiva a Nicola Voltan, Amministratore Delegato Siav. Un caso di eccellenza italiana nello sviluppo software che grazie alla proposta “Cloud at Customer” firmata Oracle ha completamente cambiato marcia sul mercato coniugando prestazioni, velocità e sicurezza al servizio delle imprese proprie clienti 

Oracle - Siav una relazione di valore

La relazione tra Oracle e Siav in questi anni è stata un crescendo di innovazione, fiducia, confronto, idee, concretezza. Una relazione che soprattutto grazie al recente “cambio di passo” ha portato un’azienda di valore a demandare a Oracle non solo la componente applicativa ma tutta la gestione dell’infrastruttura cloud scommettendo sulla proposta Oracle “Exadata Cloud at Customer”. Si tratta di una soluzione che unisce la scalabilità e la sicurezza, al momento unica sul mercato, del cloud pubblico di seconda generazione di Oracle (“Cloud Gen2”),  alla possibilità di avere una macchina ingegnerizzata Oracle Exadata fisicamente posizionata all’interno dell’infrastruttura IT, nel proprio datacenter. 
Una relazione, una progressione che raccontiamo, in esclusiva in questa preziosa intervista multimediale con Nicola Voltan che di Siav è la guida.
  




Oracle - Siav una progressione nel segno del software, del cloud e dell’innovazione

Nicola chi è Siav e che tipo di mestiere fa?«Siav è una società di informatica che progetta, sviluppa e vende prodotti e servizi per la gestione dei processi documentali. Siamo presenti sul mercato da 30 anni. Siav è la prima azienda italiana nel settore dell’Enterprise Content Management e vanta sicuramente alcune tra le più importanti referenze sia nel settore pubblico che privato».Una storia lunga, virtuosa, un percorso di valore che nel tempo vi ha portato ad incrociare la strada di Oracle.«Abbiamo cominciato a collaborare con Oracle ancora molti anni fa – racconta Voltan -. Volevamo un partner leader nel mercato e che fornisse tecnologie adeguate per affrontare progetti complessi, con un alto livello di performance e con garanzie di sicurezza.  Poi la scelta di un salto di qualità in direzione del Cloud… perché?«Il Cloud è stata una scelta naturale. Anche il mercato dell’ECM, come tante altre soluzioni Enterprise, sebbene più lentamente degli altri, si sta gradualmente spostando sul Cloud. Già da molto tempo le nostre soluzioni sono disponibili sul cloud e costituiscono una fetta crescente del nostro fatturato, oltre ad essere per noi ormai la linea di business che cresce di più. Tutte le nuove soluzioni che sviluppiamo ormai nascono per il Cloud (offerta “cloud first”)» 

Oracle – Siav la scelta di Exadata

Infine, di recente, la decisione di un nuovo cambio di passo grazie ad una tecnologia unica come Exadata di Oracle per la gestione dell’infrastruttura Cloud…«Cominciamo col dire che la maggior parte dei nostri applicativi on-premise utilizzano la tecnologia Oracle – racconta Voltan -. Pensiamo poi alla costante crescita del nostro business sul cloud, ma anche dei servizi che offriamo, quali B2B, fatturazione elettronica etc. Se a questo si aggiunge la volontà di offrire un servizio di massima qualità ai nostri clienti, che come può immaginare sono anche molto esigenti, direi che la scelta diventa inevitabile. 

Cosa sta cambiando per voi dopo una simile scelta e che tipo di valore vi ha portato il cloud Oracle sul vostro mercato?

«Si tratta – racconta il manager – di un sistema facilmente scalabile, senza soluzione di continuità tra i servizi legacy ancora on-premise e quelli erogati in cloud. Stiamo riscontrando un miglioramento del servizio ai clienti e, inoltre, il riconoscimento del mercato per la scelta di un partner leader nelle tecnologie cloud  e nelle applicazioni aziendali come Oracle» 
Una scelta precisa, un cambio di passo che, oggi, si confrontano con una situazione senza precedenti. Cosa vi aspettate dal cloud Oracle in questa delicata fase di ripartenza?
«Ci aspettiamo un livello di servizio al top. In questo preciso momento, nella preoccupante situazione in cui ci troviamo, diventa necessario un nuovo e veloce cambio di passo nello sviluppo del digitale. Il cloud e le soluzioni evolute di ECM sono uno degli strumenti che forniranno risposte utili ai paradigmi della cosiddetta “nuova normalità”». 

cloud time

Oracle – Siav i motivi di una scelta, unica, tra le nuvole

Invece di scommettere su soluzioni di cloud privato, o cloud pubblico “tout court” Siav ha dunque puntato forte su Exadata Cloud at Customer di Oracle per portare il cloud pubblico – gestito da Oracle – “in casa”, presso il proprio datacenter, perchè? 

«Perché avevamo bisogno di un sistema performante per il nostro Database che ci permettesse di guardare al futuro per i prossimi 3-4 anni almeno, senza dover rimettere mano al nostro software. La soluzione “Cloud at Customer”, basata su tecnologia Oracle Exadata, ci ha permesso di salvaguardare in primis il nostro investimento, fatto circa un anno fa, di licenze on-premise, migrandole in maniera vantaggiosa sul cloud di Oracle. La scelta dell’Exadata Cloud at Customer, cosi come Oracle la propone, ci consentirà di usufruire dei benefici di un cloud performante, nato per le aziende e ultrasicuro, pur sempre rimanendo nei limiti della normativa italiana relativa alla localizzazione geografica del servizio erogato ad alcuni dei nostri clienti.»
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori