Logo ImpresaCity.it

Nasce Sinora, il system integrator per le comunicazioni mission critical

Dalla fusione di Eurocom Telecomunicazioni e Saitel Telecomunicazioni nasce una nuova realtà che intende rivolgersi alle imprese per cui le comunicazioni sono un elemento chiave. In Italia come all'estero.

Nel mondo ICT c'è stato un periodo, fortunatamente breve, in cui i sistemi di telecomunicazioni sono stati visti come scontati, banali. Sono cioè stati considerati poco più di cavi e tubi - anche se le telecomunicazioni erano già ampiamente wireless - su cui far transitare i dati generati dalla parte veramente importante dell'ICT. Ossia le applicazioni. Era una visione limitata allora e lo è a maggior ragione oggi. Senza una rete davvero performante e ben ideata, qualsiasi servizio applicativo non funziona come dovrebbe.

La comunicazione fatta sulle potenzialità del 5G ha messo ulteriormente in evidenza, anche al grande pubblico delle imprese, questa considerazione. L'intelligenza è anche "dentro" la rete e non solo "fuori" da essa. Questo implica che progettare e realizzare una rete affidabile e performante è complesso e richiede competenze adeguate. Anche perché le tecnologie da considerare sono molte e tutte evolvono rapidamente.

Il ruolo dei system integrator si è fatto quindi ancora più importante. I vendor tecnologici sviluppano soluzioni, certo, ma raramente intervengono direttamente sui progetti e sono quindi gli integratori ad implementarle per il singolo cliente. O meglio dei problemi che questo vuole risolvere, dato che non sta al cliente stesso ragionare per tecnologie. È il system integrator che deve colmare il gap tra le esigenze, anche latenti, dell'utente e le soluzioni opportune. Questo è vero in generale, lo è in particolare per gli ambienti dove le reti sono un componente critico e devono quindi essere sempre affidabili e performanti.

business 2089533 1280
È con questa logica che due aziende di rilievo nel mercato delle comunicazioni mission critical - Eurocom Telecomunicazioni e Saitel Telecomunicazioni - si sono unite per dare vita a Sinora. Partendo dalla esperienza maturata dalle due aziende precedenti, il "nuovo" system integrator intende fare un ulteriore salto di qualità, facendo leva su diversi punti di forza.

Il primo è proprio la storia professionale di Eurocom e Saitel, che hanno maturato esperienze importanti in molti settori chiave quali sicurezza governativa, polizia, protezione civile, emergenza sanitaria, oil&gas, multiutilities, trasporti, industria. Esperienze che sono anche complementari e che permettono a Sinora - come spiega il Direttore Vendite Fabio Cadonici - di essere in realtà molto più della somma delle sue parti costituenti.

Sinora: operare a tutto tondo

Sinora mette quindi in campo capacità di progettazione, installazione e supporto post-vendita per le tecnologie di cui si occupa. In particolare Sinora è da sempre partner tecnologico di Motorola Solutions, seguita professionalmente sin dagli anni Ottanta. Conta poi che la nuova realtà abbia una presenza ben diffusa sul territorio: quattro sedi in Italia (Riccione, Milano, Bologna, Roma), 53 dipendenti, 9 ingegneri, 18 tecnici specializzati, 7 commerciali.

Eurocom e Saitel hanno realizzato diversi progetti di alto livello. Si va dalla copertura radio delle gallerie autostradali (tra cui il traforo del Monte Bianco e quello del Frejus) agli impianti onshore e offshore, dalla rete radio per il servizio sanitario 118 per alcuni grandi Comuni agli impianti di videosorveglianza cittadina outdoor, dalle coperture radio/GSM per complessi di edifici a quelle per i parchi di divertimento. Sinora in prima battuta si rivolge a mercati analogamente mission critical, che richiedono competenze specialistiche, performance, capacità di intervento.

sinora boardIl board di Sinora: Cesare Migani, Elisabetta Cadonici, Fabio Cadonici, Sabrina VescoviQuesto approccio mission critical non vuol dire necessariamente rivolgersi solo ai clienti di grandi dimensioni. "È la soluzione che può essere complessa, non il cliente in sé", spiega Cesare Migani, legale rappresentante della società. Tanto che alcuni progetti particolarmente articolati sono stati completati per realtà di dimensioni relativamente ridotte, come alcune municipalizzate.

Resta semmai il nodo delle competenze. Sinora ha sviluppato le sue e continua ad estenderle, toccando anche campi come l'Internet of Things e l'intelligenza artificiale, perché "per una nuova struttura - spiega Cadonici - il fattore differenziante sta nella capacità di ampliare e seguire l'offerta tecnologica, cogliendo così le opportunità di un mercato sempre in evoluzione". Tanto sul mercato nazionale quanto all'estero, dove ha già maturato diverse esperienze significative e dove ha certamente più spazio per crescere.

Ma servono competenze anche lato cliente, per semplificare il passaggio dalla valutazione delle esigenze all'implementazione della soluzione finale. E qui i system integrator non possono avere un ruolo solo passivo, secondo Sinora. "Tutte le innovazioni tecnologiche - spiega Migani - hanno bisogno di una fase di education del mercato. Un system integrator non può limitarsi a progettare ma deve anche formare, fare emergere la domanda latente dei clienti". Un processo in cui Sinora può far valere gli skill delle sue persone e che appare necessario in una fase in cui le aziende utenti, specie in Italia, rischiano di rimanere troppo indietro rispetto all'evoluzione delle tecnologie.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 09/09/2019

Speciali

Speciali

Check Point Experience 2019

Webinar

Non aprite quella mail… come e perché continuiamo, tutti, a cadere nella stessa trappola