Logo ImpresaCity.it

Multi-cloud e intelligenza aumentata le nuove frontiere dell'economia analitica

Qlik indica il percorso per gestire gli analytics in un mondo sempre più data driven

Redazione Impresacity

Multi-Cloud, Augmented Intelligence e Big Data Index guideranno l'analisi in ogni parte dell'azienda, per dare agli utenti una maggiore conoscenza di tutti i dati, sia on premise sia sul cloud, allo scopo di gestire  realmente la trasformazione digitale. L’indicazione viene da Qlik, lo specialista della data analytics, che ha recentemente tenuto in Florida l’incontro annuale con clienti e partner.

L’architettura multi-cloud di Qlik, basata su cloud e su container, si adatta facilmente a tutti gli ambienti on-premise e cloud multipli, con un approccio tecnologico che consente di scegliere dove eseguire l'analisi, in base ai dati e alle esigenze specifiche dell'applicazione. In questo modo tutti gli utenti dispongono delle stesse capacità analitiche indipendentemente dalla posizione, dal dispositivo o dallo stato della rete. L'intera piattaforma multi-cloud può essere gestita come un'unica interfaccia, per facilitare l'amministrazione e la distribuzione dei contenuti basata su policy attraverso le infrastrutture.

Inoltre, Qlik ha in atto un approccio che tiene conto dell'intelligenza aumentata, integrandola con le tecnologie cognitive, la sua user experience e il motore associativo principale per creare la funzionalità Smart Start, applicate all’intero portafoglio di prodotti. Smart Start sfrutta il nuovo motore di analisi cognitiva di Qlik Sense, che funziona con il motore associativo di Qlik per fornire intuizioni e automatismi lungo tutta la durata dell'analisi. L'adozione di questo approccio consente di combinare l'intelligenza della macchina con l'intuizione umana, contribuendo a migliorare alfabetizzazione e produttività dei dati. Più in dettaglio, le funzionalità Smart Start consentono di combinare l'intelligenza aumentata per profilare e suggerire le associazioni tra le fonti di dati; fornire funzionalità intelligenti per la generazione automatica della tipologia più adatta di grafici basati sui dati; generare suggerimenti automatici di grafici e visualizzazioni aggiuntivi; e infine semplificare i flussi di lavoro per il caricamento dei dati e la creazione di analisi.

Infine, l'Associative Big Data Index è un nuovo servizio cloud che verrà integrato sull’intera roadmap dei prodotti di Qlik, ampliando l'esperienza associativa di Qlik con i Big Data, spostando la potenza dell'associazione dall'interfaccia utente all'ecosistema sottostante di tutti i dati. Nelle parole dell’azienda, questa nuova funzionalità consentirà al motore Qlik di indicizzare e archiviare dati contenuti in fonti come i data lake e Hadoop, senza dover caricare tutti i dati in memoria. L'indice associativo consentirà una scoperta rapida dei dati su enormi volumi di informazioni. Consentendo agli utenti di esplorare liberamente e cercare all’interni dei Big Data senza limiti, l'intera azienda avrà sempre accesso ai dati di cui ha bisogno per ottenere informazioni approfondite in breve tempo.
Pubblicato il: 15/05/2018

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud