Logo ImpresaCity.it

GeekandJob, la ricerca personale per le nuove professioni tech

Per figure come i data scientist i canali tradizionali di ricerca lavoro non sono sufficienti, GeekandJob fa da ponte verso la community delle figure tecniche più evolute

Redazione Impresacity

Chiedete a qualsiasi azienda o analista di mercato e vi confermerà che le competenze tecnologiche più ricercate in questa fase del mercato - e anche per il prossimo futuro - riguardano in vario modo l'analisi evoluta dei dati. Il che significa, giusto per dare qualche esempio, che i profili più ricercati comprendono data scientist, data analyst (specie per i Big Data, ovviamente) e sviluppatori in grado di padroneggiare diversi linguaggi e tool.

Le aziende hanno bisogno di queste figure ma fanno fatica a rintracciarle, non solo perché non ce ne sono abbastanza, di fronte a un mercato in crescita anche in Italia, ma anche perché i canali tradizionali di selezione non sempre sono quelli più appropriati per raggiungerli. Tra l'altro va considerato che le nuove professioni sono difficilmente "incasellabili" tra i classici profili che le agenzie di selezione sono abituate ad usare.

Le aziende dovrebbero quindi abituarsi a seguire strade alternative e più dirette. In questo senso GeekandJob è un progetto tutto italiano che intende mettere in contatto la community nazionale delle nuove professioni tecnologiche con le imprese che cercano personale specializzato. Ma non solo, visto che il portale è aperto anche a profili più consolidati come web designer, online marketer, mobile developer e project manager.

sviluppo software

Rispetto ad altre piattaforme già esistenti, da quelle generiche di ricerca lavoro al mare magnum social-professionale di Linkedin, i punti di forza di GeekandJob sono principalmente due. Il primo è la natura mirata della community, che ha già una buona massa critica (circa ottomila figure registrate) pur focalizzandosi sulle professionalità più ricercate.

La seconda peculiarità di GeekandJob è gestire in maniera strutturata la relazione tra le aziende che cercano personale e i potenziali candidati, ad esempio selezionando le proposte in piattaforma in modo che siano davvero allineate con il mercato del lavoro. In questo modo il "ciclo di vita" di un'offerta di lavoro è relativamente breve: l'obiettivo è identificare i migliori candidati in meno di quattro settimane.

Altro punto di forza, in prospettiva, è l'apertura di GeekandJob a iniziative che sono collaterali alla pura e (non) semplice ricerca di lavoro. Ad esempio sono allo studio percorsi di formazione che possano preparare alle nuove professioni chi non ha al momento tutte le competenze necessarie o intende riqualificarsi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 16/03/2018

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito